chimica-online.it

Ossa pari e impari

Quali sono le ossa pari e impari del corpo umano?

Le ossa rappresentano gli elementi che compongono lo scheletro quale struttura anatomica indispensabile alla stabilità ed al movimento del corpo umano (per info: ossa del corpo umano).

Assieme alle articolazioni, le ossa vengono considerate gli "organi passivi" dell'Apparato Locomotore facenti da supporto ai muscoli quali "organi attivi".

Lo scheletro (Fig. 1) di un adulto costituisce il 30 - 40 % della massa corporea ed è formato da 206 ossa diverse per forma e funzione, presenti in modalità pari od impari. È questa una prima classificazione delle ossa oltre a quella elaborata in base alle loro dimensioni. Le ossa impari sono quelle presenti singolarmente nel corpo umano (es. l'osso ioide); quelle pari invece sono presenti in coppia (es. le due ossa femorali).

Scheletro di un adulto

(Fig. 1) Rappresentazione delle ossa che formano lo scheletro di un adulto.

Ossa pari e impari: definizione anatomica

Tecnicamente, le ossa impari sono collocate sul piano mediano del corpo e quindi vengono divise in due metà più o meno equivalenti dal piano sagittale mediano. Le ossa pari invece, si ripetono in modo speculare nei due antimeri o emisomi del corpo.

Per spiegare questa definizione, è necessario prendere in considerazione i piani di orientamento del corpo (Fig. 2). Questi sono essenzialmente tre:

  • Piano Sagittale o Mediano: è parallelo alla sutura cranica sagittale e divide il corpo in due antimeri o emisomi destro e sinistro.
  • Piano Frontale o Coronale: è parallelo alla sutura cranica coronarica e divide il corpo in una sezione anteriore (o ventrale) e posteriore (o dorsale).
  • Piano Trasversale o Orizzontale: è perpendicolare al piano Sagittale e divide il corpo in una sezione superiore ed uno inferiore.

Piani cardinali di orientamento applicabili al corpo umano

(Fig. 2) Rappresentazione dei tre piani cardinali di orientamento applicabili al corpo umano in posizione eretta con gli arti superiori addotti lungo il corpo.

Ossa impari del corpo umano

Le ossa impari del corpo umano sono presenti nelle regioni di testa, collo e tronco. A livello del cranio si presentano diverse ossa impari. Nel neurocranio (la parte ossea del capo che protegge l'encefalo e gli organi di senso) e nello Splancnocranio (la parte ossea del capo che compone lo scheletro della faccia) le ossa impari sono sette :

  • Osso Frontale (Neurocranio): delimita anteriormente la cavità cranica costituendo sia la volta cranica che la base in corrispondenza della fossa cranica anteriore. Forma anche una buona parte del tetto delle cavità orbitarie.
  • Osso Occipitale (Neurocranio): si trova nella porzione postero inferiore del cranio a protezione dei lobi occipitali del cervello e del cervelletto.  È un osso piatto posizionato appunto a livello dell'occipite.
  • Osso Sfenoide (Neurocranio): si trova al centro della base cranica. Partecipa alla costituzione delle orbite, delle fosse nasali, della fossa temporale e della fossa sotto-temporale.
  • Osso Etmoide (Neurocranio): è posizionato a livello della porzione anteriore dell'Encefalo tra le due orbite oculari delle quali forma una parete. Nel suo aspetto è paragonabile ad una spugna.
  • Osso Mandibolare (Splancnocranio): osso a forma di U che ospita l'arcata dentaria. È l'osso più largo della faccia e l'unico che ha la possibilità di movimento.
  • Osso Vomere (Splancnocranio): è una lamina ossea di forma quadrangolare che delinea il setto mediano osseo delle fosse nasali.
  • Osso Ioide: non è completamente annoverato tra le ossa del cranio poiché non presenta dirette connessioni con altre ossa ma è tenuto insieme da muscoli e legamenti.  È un osso a forma di U con sede nel collo tra la 3° e la 4° vertebra.

Le altre ossa impari del corpo umano si trovano nel tronco e sono:

  • Vertebre: sono le ossa corte che costituiscono la colonna vertebrale estendendosi dal collo, alla sezione dorsale del torace fino al bacino. A seconda della loro localizzazione, si distinguono sette vertebre cervicali, dodici vertebre toraciche e cinque vertebre lombari. Ogni vertebra è formata anteriormente da un corpo vertebrale e posteriormente dagli archi neurali. Questi delimitano una cavità denominata forame intervertebrale attraverso cui passa il midollo spinale. I due archi neurali si uniscono posteriormente a formare il processo spinoso. Da ogni arco neurale sporge poi lateralmente un processo trasverso.
  • Osso Sacro: è un osso asimmetrico di forma triangolare derivato dalla fusione delle cinque vertebre sacrali della colonna vertebrale. Si colloca tra il tratto lombare della colonna vertebrale ed il coccige rappresentando quindi, la parte posteriore e centrale del bacino.
  • Coccige: inferiormente all'osso sacro si presenta questa struttura ossea costituita dalla fusione di quattro vertebre le quali rappresentano l'ultimo tratto della colonna vertebrale. il coccige è l'ultima testimonianza della coda presente nei nostri antenati.
  • Sterno: è un osso lungo e piatto situato nel torace in posizione centro mediana. Esso costituisce una delle parti più importanti della gabbia toracica in quanto dà attacco anteriore alle dodici paia di coste. L'ottavo, il nono e il decimo paio di coste però si uniscono indirettamente allo sterno, in quanto le loro corrispondenti cartilagini costali confluiscono verso le cartilagini costali delle coste immediatamente superiori.

Colonna vertebrale, vertebre e sterno

(Fig. 3) Ossa impari del tronco: rappresentazione della colonna vertebrale costituita dalle vertebre e dello sterno (in rosso).

Ossa pari del corpo umano

Rispetto alle ossa impari, quelle pari sono maggiormente rappresentate nel corpo umano. Basti pensare agli arti superiori ed inferiori. Essi presentano in maniera speculare le stesse ossa sia nell'arto di destra che in quello di sinistra.

Negli arti superiori le ossa sono Omero (ossa del braccio); Radio ed Ulna (ossa dell'avambraccio) ed infine le ossa della mano costituite da Carpo, Metacarpo e Falangi.

Negli arti inferiori invece, le ossa sono Femore (ossa della gamba); Tibia e Perone (ossa del polpaccio) ed infine le ossa del piede costituite da Tarso, Metatarso e Falangi.

A livello dello scheletro della testa sono presenti le seguenti ossa pari:

  • Ossa Parietali (Neurocranio): le più ampie del cranio; fanno parte della volta cranica ed hanno origine membranosa. Sono saldate attraverso interdigitazioni della sutura sagittale.
  • Ossa Temporali (Neurocranio): costituiscono la regione latero-inferiore della volta cranica e sono definite ossa irregolari più che piatte in quanto presentano una protuberanza denominata Piramide del Temporale.
  • Ossa Mascellari (Splancnocranio): si riuniscono in avanti attraverso una sutura presente sotto le cavità nasali. Si tratta di ossa importanti perché sostengono l'arcata dentale superiore e delimitano le cavità nasali, orbitali e buccale.
  • Ossa Palatine (Splancnocranio): si tratta di due lamine ossee che si incontrano a formare un angolo retto. Contribuiscono alla formazione del palato duro.
  • Ossa Zigomatiche (Splancnocranio): sono ossa sporgenti e quadrangolari, responsabili della prominenza delle guance. Concorrono a formare l'arcata zigomatica, la cavità orbitale e le pareti delle fosse temporale ed infratemporale.
  • Ossa Lacrimali (Splancnocranio): si tratta delle ossa craniche più piccole che si posizionano nella parete mediale dell'orbita. Ciascun osso ha forma di una lamina rettangolare ed è in stretto rapporto con il sacco lacrimale.

Nel tronco invece, possiamo identificare le seguenti ossa pari (Fig. 4):

  • Clavicole: sono ossa lunghe a forma di S localizzate nella parte antero-posteriore del torace. Mettono in comunicazione il manubrio sternale con l'acromion delle Scapole.
  • Scapole: hanno la funzione di articolare l'arto superiore al tronco. Esse infatti, sono poste all'angolo superiore della parte posteriore della gabbia toracica. Si tratta di ossa piatte di forma triangolare.
  • Coste o Costole: sono le dodici paia ossa nastriformi ed arcuate che concorrono alla formazione della gabbia toracica. Esse si articolano posteriormente alle vertebre toraciche ed anteriormente allo sterno o alle cartilagini costali. Le ultime due paia di costole sono libere anteriormente e pertanto sono definite fluttuanti.
  • Ossa dell'anca: sono le ossa che formano le parti laterali del bacino e sono composte da tre porzioni fuse assieme denominate Ileo, Ischio e Pube. Queste ossa si uniscono anteriormente a livello della Sinfisi Pubica e posteriormente si articolano al Sacro attraverso l'articolazione Sacro-iliaca.

Link correlati:

Vuoi sapere quante sono le vertebre sacrali?

Quali sono le ossa del corpo umano?

Vuoi sapere quante sono le vertebre sacrali?

Studia con noi