chimica-online.it

Costole o coste

Che cosa sono le costole o coste?

Le Coste o Costole sono ossa curve e nastriformi annoverate tra le ossa della Gabbia Toracica assieme allo Sterno e alle Vertebre della regione toracica.

Si tratta di ossa pari disposte a coppia che dalle Vertebre toraciche si proiettano lateralmente ed in avanti fino ad articolarsi con lo Sterno, con le cartilagini articolari delle coste superiori o possono rimanere fluttuanti. Nel corpo umano sono presenti dodici paia di Coste, in totale quindi, ne possediamo ventiquattro.

Possono esserci, altresì, delle anomalie che riguardano il numero delle Coste. Quella più frequente è denominata Costa Cervicale e riguarda la presenza, soprattutto nelle donne, di una Costa in più che si origina dall'ultima vertebra cervicale.

Anche la morfologia costale può presentare delle anomalie. Possono esserci infatti, Coste Bifide o Biforcute ovvero quelle che si dividono in due porzioni ad una delle due estremità.

Rappresentazione grafica della Gabbia Toracica

(Fig. 1) Rappresentazione grafica della Gabbia Toracica. In modo particolare, possiamo notare che le Coste concorrono alla formazione delle parti laterali della stessa.

Le Coste hanno la funzione di proteggere gli organi vitali e le strutture presenti nella cavità toracica quali Cuore, Polmoni e grandi vasi sanguigni. Tra di esse, inoltre, sono presenti i muscoli intercostali che assumono un ruolo fondamentale nella respirazione permettendo l'espansione della Gabbia Toracica durante la fase inspiratoria affinché possa essere immessa la quantità di aria di cui i Polmoni necessitano.

Tipologie di Coste

Come precedentemente accennato, la Gabbia Toracica umana accoglie dodici paia di Coste le quali sono classificate in base al punto di inserzione anteriore (Fig. 2). È chiaro che, per tutte le coste, il punto di inserzione posteriore è costituito dalle faccette articolari presenti sul corpo e sul processo trasverso delle Vertebre toraciche.

Distinguiamo quindi:

  • Coste Vere (dalla uno alle sette): sono indicate come vertebrosternali poiché si collegano allo Sterno per mezzo delle proprie cartilagini costali.
  • Coste False (dalle otto alle dieci): sono indicate come asternali poiché si fissano allo Sterno per mezzo di cartilagini costali della Costa superiore. In pratica si tratta di cartilagini costali che si fondono insieme.
  • Coste Fluttuanti (le coppie undici e dodici): sono anche indicate come vertebrali in quanto non presentano alcun punto di fissaggio ad ossa o cartilagini. Le estremità anteriori si trovano all'interno della muscolatura della parete addominale laterale.

Le cartilagini costali sono strutture dalla forma affusolata e breve costituite perlopiù da cartilagine ialina. Lo spazio presente tra le Costole è definito spazio intercostale. In esso alloggiano i muscoli intercostali, i nervi ed i vasi arteriosi e venosi.

Tipologie di Coste

(Fig. 2) Nell'immagine sono rappresentate le tre tipologie di Coste, classificate sulla base del punto di inserzione anteriore.

Struttura delle Coste

Le Coste sono ossa piatte, ricurve ad arco e nastriformi. Si preferisce non identificarle come ossa lunghe poiché queste ultime presentano un canale midollare, al cui interno scorre il midollo osseo, del quale le Coste sono sprovviste.

Sebbene differiscano leggermente nella loro struttura, una "Costa tipica" (Fig. 3) si compone di tre porzioni:

  • Testa: rappresenta l'estremità posteriore della Costa la quale si collega alla Vertebra toracica superiore e quella corrispondente. Le faccette articolari presenti sulla testa della Costa si articolano infatti, in due punti presenti sui corpi vertebrali (quello della corrispondente e quello di quella subito sopra). Si parla in questo caso, di articolazione costovertebrale propriamente detta. Esiste poi l'articolazione costo-trasversaria che permette il collegamento del processo trasverso della Vertebra toracica al Tubercolo della Costa corrispondente. Il Tubercolo è un'area sollevata e ruvida che collega il Collo al Corpo della Costa.
  • Collo: è una stretta estensione della Costa che collega la Testa al Corpo.
  • Corpo: rappresenta la parte più estesa della Costa compresa tra le sue due estremità. La Costa infatti, continua come un osso ricurvo che si piega intorno all'angolo costale per circondare il torace. La superficie interna del Corpo è concava e presenta un solco che protegge nervi e vasi che si trovano lungo ciascuna costa.

Struttura di una Costa tipica vista postero-anteriormente

(Fig. 3) Struttura di una Costa tipica vista postero-anteriormente.

Le Coste tipiche appena descritte sono quelle che vanno dal terzo al decimo paio. La prima, la seconda, la undicesima e la dodicesima sono Coste che possiamo definire dissimili rispetto a quelle tipiche e pertanto atipiche (Fig. 4).

  • Prima coppia di Coste: sono le più larghe, corte e piatte. Hanno forma a C e presentano testa piccola e collo stretto. Hanno una sola faccetta articolare per l'articolazione con la prima Vertebra toracica e sulla superficie superiore è visibile un tubercolo sporgente definito "dello Scaleno" poiché ad esso si fissa il muscolo scaleno anteriore.  Sulla stessa superficie decorrono l'arteria e la vena succlavia.
  • Seconda coppia di Coste: hanno un corpo che si avvicina a quello di una Costa tipica e pertanto più sottile di quello della prima coppia nonostante abbiano comunque la stessa forma a C. A metà del corpo si presenta un secondo tubercolo sporgente al quale si fissa il muscolo dentato anteriore.
  • Undicesima e Dodicesima Costola: si tratta delle Coste precedentemente definite con il nome di Coste Fluttuanti. Esse mancano del collo e del tubercolo e presentano una sola faccetta articolare sulla testa. Alla loro estremità anteriore sono ricoperte di un coperchio cartilagineo in quanto, non si fissano su alcun osso o cartilagine.

Coste atipiche

(Fig. 4) Rappresentazione delle Coste atipiche le quali presentano differenze morfologiche rispetto ad una Costa tipica.

Riassumendo

  • Le Coste o Costole sono ossa curve e nastriformi annoverate tra le ossa della Gabbia Toracica.
  • Si tratta di ossa pari disposte a coppia che dalle Vertebre toraciche si proiettano lateralmente ed in avanti fino ad articolarsi con lo Sterno, con le cartilagini articolari delle coste superiori o possono rimanere fluttuanti.
  • Le Coste hanno la funzione di proteggere gli organi vitali e le strutture presenti nella cavità toracica. Grazie ai muscoli intercostali presenti tra di esse, assumono un ruolo fondamentale nella respirazione.
  • La Gabbia Toracica umana accoglie dodici paia di Coste (in totale sono ventiquattro) le quali sono classificate in base al punto di inserzione anteriore (Fig. 2).
  • Esistono quindi le Coste Vere (da 1 a 7) collegate alle cartilagini costali proprie; le Coste False (da 8 a 10) collegate alle cartilagini costali fuse tra loro e le Coste Fluttuanti (11 e 12) che non presentano alcun tipo di collegamento.
  • Una "Costa tipica" (Fig. 3) si compone di tre porzioni: Testa, Collo e Corpo.
  • La Testa rappresenta l'estremità posteriore della Costa la quale si collega alla Vertebra toracica superiore e quella corrispondente.
  • Il Tubercolo è un'area sollevata e ruvida che collega il Collo al Corpo della Costa mentre, Il Collo collega la Testa al Corpo.
  • Il Corpo rappresenta la parte più estesa della Costa compresa tra le sue due estremità.
  • La prima, la seconda, la undicesima e la dodicesima sono Coste che possiamo definire dissimili morfologicamente e pertanto atipiche (Fig. 4).

Link correlati:

Quali sono le ossa del collo?

Che cos'è il tessuto cartilagineo?

Che cos'è l'apparato tegumentario?

Che cos'è il sistema muscolare?

Che cos'è il tessuto muscolare?

Studia con noi