chimica-online.it

Ossa del piede

Quali sono le ossa del piede?

Il Piede rappresenta la struttura anatomica distale dell'arto inferiore del corpo umano.

Per questo motivo,  le ossa del piede sono collegate solo a livello prossimale con le ossa della gamba quali Tibia e Perone.  In posizione eretta, il piede risulta perpendicolare all'asse coscia - ginocchio - gamba ed è proiettato in avanti (Fig. 1).

Gamba e piede

(Fig. 1) Visione anteriore, posteriore e laterale della gamba e del piede. Si nota la proiezione anteriore del piede ed il collegamento con Tibia e Perone a formare la Caviglia.

Quante sono le ossa del Piede?

Il Piede umano possiede 26 ossa (Fig.2):

  • 7 ossa tarsali larghe ed irregolari;
  • 5 ossa metatarsali che si estendono per tutta la lunghezza del piede;
  • 14 Falangi che compongono lo scheletro delle cinque dita.

Ovviamente, questa struttura anatomica non è formata solamente da ossa ma anche da altre strutture quali muscoli e legamenti che sostengono e proteggono le ossa. Anche le articolazioni non sono da sottovalutare a livello numerico.

A parte quella della Caviglia tra ossa della gamba e quelle tarsali del piede, vi sono anche piccole superfici articolari che collegano tra loro le ossa interne al Piede.

Ossa del piede

(Fig. 2) Rappresentazione delle ossa del piede. Contandole, avremo sette ossa del Tarso in rosso, cinque del Metatarso in giallo e 14 delle Falangi in blu.

Funzioni delle ossa del Piede

A livello funzionale, il Piede è una struttura importante in quanto gestisce il peso del corpo, garantisce la stabilità in posizione eretta e permette la locomozione.
In modo più specifico :

  • Le ossa del Tarso sorreggono il peso del corpo e favoriscono il movimento (camminare, correre)
  • Le ossa del Metatarso forniscono stabilità in posizione eretta
  • Le Falangi delle dita forniscono un sostegno stabile durante la locomozione

Le ossa del Tarso o Tarsali

Sono le equivalenti delle ossa Carpali della mano ma a differenza di queste sono sette invece che otto e la loro disposizione differisce in base alle funzioni da assolvere.

Le ossa Tarsali (Fig. 3) sono classificate come ossa corte poiché risultano più sviluppate in larghezza che in lunghezza; inoltre presentano una forma irregolare.

Andiamo ad analizzarle singolarmente:

  • Astragalo o Talo - è assieme al Calcagno, un osso prossimale del Tarso che si va ad articolare con Tibia e Perone nella articolazione della Caviglia. Il suo margine superiore infatti, si articola con la Tibia superiormente e con il Perone lateralmente.
  • Calcagno o Osso del Tallone - è l'osso più grande del Piede. Questo dipende dalla funzione che assolve quale trasmettere il peso dall'Astragalo al terreno. Il Calcagno presenta diverse superfici articolari. Si articola superiormente con l'Astragalo, ove è presente una parte interna che sostiene la testa dell'Astragalo, ed anteriormente con il Cuboide. A livello posteriore, è presente la tuberosità calcaneare che viene a contatto con il suolo durante la posizione eretta e una cresta alla quale si attacca il tendine d'Achille.
  • Navicolare o Scafoide - è un piccolo osso che ha una forma simile ad una barca. Esso presenta una tuberosità laterale detta appunto navicolare che se troppo grande può creare fastidio nell'indossare le scarpe.
  • Cuboide - è un osso a forma di cubo posizionato sul lato esterno del Piede. Presenta un solco sulla superficie posteriore che indica il passaggio di un tendine.
  • Cuneiformi - sono tre piccole ossa che prendono il nome a seconda della loro posizione: mediale, intermedio e laterale. Il cuneiforme mediale è il più grande.

ossa del Tarso

(Fig.3) Rappresentazione delle ossa del Tarso viste superiormente. I Cuneiformi sono indicati con I (Mediale); II (Intermedio) e III (Laterale).

Astragalo e Calcagno formano il Retropiede mentre Navicolare, Cuboide e Cuneiformi formano il Mesopiede compreso tra l'articolazione Mediotarsale (di Chopart) a quella Tarso-metatarsale (di Lisfranc) (Fig. 4).

Retropiede, Mesopiede e Avampiede

(Fig.4) Rappresentazione delle tre zone del Piede : Retropiede, Mesopiede e Avampiede.

Ossa del Metatarso o Metatarsali

Le ossa del Metatarso (Fig. 5) sono ossa lunghe in miniatura che formano la parte prossimale dell'Avampiede. Esse sono indicate con i numeri romani da I a V a partire da quello in posizione maggiormente mediale. Il Metatarsale I (Alluce) è il più spesso e corto tra tutti mentre il Metatarso V presenta una piccola superficie articolare per il Cuboide ed una sorta di processo sporgente a livello laterale.

Si tratta di cinque ossa come quelle Metacarpali della mano. Rispetto a queste però, i Metatarsi presentano una disposizione un po' diversa in quanto l'Alluce si trova sullo stesso piano delle altre dita e non è in grado di creare opposizione come il Pollice nella mano.

Ciascun osso Metatarsale presenta un corpo lungo con due estremità espanse indicate come Testa e Base. Le Basi, più ampie, si articolano con le ossa Tarsali e le Teste si articolano con le Falangi delle dita corrispondenti.

Retropiede, Mesopiede e Avampiede

(Fig.5) Rappresentazione dei metatarsi. Il Metatarso 1° (I) è l'Alluce.

Falangi

Le Falangi (Fig. 6) rappresentano la parte distale dell'Avampiede e sono quattordici in totale. Le Falangi più prossime alle Teste dei Metatarsi sono indicate come prime Falangi o Prossimali; le successive sono dette seconde Falangi o Intermedie e le terminali sono dette terze Falangi o Distali.

Ogni dito del Piede presenta quindi tre Falangi ciascuno. Questo non vale per il primo dito, l'Alluce, che presenta solo due Falangi (Prossimale e Distale). Queste sono più spesse di quelle delle altre dita.

Falangi delle dita dei piedi

(Fig. 6) Rappresentazione delle Falangi delle dita dei piedi. Nel gergo comune esse vengono indicate anche come Falangi, Falangine e Falangette.

Riassunto

  • Il Piede rappresenta la struttura anatomica distale dell'arto inferiore del corpo umano.
  • In posizione eretta, il piede risulta perpendicolare all'asse coscia - ginocchio - gamba ed è proiettato in avanti (Fig. 1).
  • Il Piede umano possiede 26 ossa (Fig.2) : 7 ossa tarsali larghe ed irregolari; 5 ossa metatarsali che si estendono per tutta la lunghezza del piede e 14 Falangi che compongono lo scheletro delle cinque dita.
  • A livello funzionale, il Piede è una struttura importante in quanto gestisce il peso del corpo, garantisce la stabilità in posizione eretta e permette la locomozione.
  • Le ossa Tarsali (Fig. 3) sono classificate come ossa corte poiché risultano più sviluppate in larghezza che in lunghezza; inoltre presentano una forma irregolare. Sono Astragalo, Calcagno, Navicolare, Cuboide e i tre Cuneiformi
  • Astragalo e Calcagno formano il Retropiede mentre Navicolare, Cuboide e Cuneiformi formano il Mesopiede compreso tra l'articolazione Mediotarsale (di Chopart) a quella Tarso-metatarsale (di Lisfranc) (Fig. 4).
  • Le ossa del Metatarso (Fig. 5) sono ossa lunghe in miniatura che formano la parte prossimale dell'Avampiede. Esse sono indicate con i numeri romani da I a V a partire da quello in posizione maggiormente mediale.
  • Ciascun osso Metatarsale presenta un corpo lungo con due estremità espanse indicate come Testa e Base. Le Basi, più ampie, si articolano con le ossa Tarsali e le Teste si articolano con le Falangi delle dita corrispondenti.
  • Le Falangi (Fig. 6) rappresentano la parte distale dell'Avampiede e sono quattordici in totale divise in Prossimali (prime), Intermedie (seconde) e Distali (terze). Ogni dito del Piede presenta quindi tre Falangi ciascuno. Questo non vale per il primo dito, l'Alluce, che presenta solo due Falangi.

Link correlati:

Quali sono le ossa del collo?

Quali sono le ossa corte?

Quali sono le ossa del corpo umano?

Quali sono le ossa piatte?

Quante sono le ossa del gomito?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Quali sono le ossa del bacino?

Che cos'è l'osso frontale?

Studia con noi