chimica-online.it

Osso palatino

Che cos'è l'osso palatino?

Il Palatino è una delle ossa annoverate fra lo scheletro del cranio, più precisamente dello Splancnocranio che comprende le quattordici ossa della faccia.

Si tratta di un osso pari di forma irregolare costituito da due lamine che si incontrano a formare un angolo retto.

La lamina verticale si articola medialmente all'Osso Mascellare ed al processo pterigoideo dell'Osso Sfenoide mentre, quella orizzontale si articola ai processi palatini del Mascellare contribuendo alla formazione del palato duro (Fig. 1).

Osso palatino

(Fig. 1) Rappresentazione grafica della posizione dell'osso Palatino visto guardando la base del cranio. È possibile apprezzare come esso concorra alla formazione della parte posteriore del palato duro.

Il processo di ossificazione avviene a livello di due centri membranosi; uno per la lamina verticale ed un altro per quella orizzontale. L'altezza della lamina orizzontale è importante per la futura crescita della faccia.

La funzione principale dell'Osso Palatino è, come già accennato, quella di formare il palato duro pertanto permette i movimenti di quest'ultimo e gli consente di assumere un ruolo centrale nella masticazione e nella fonazione. Il Palatino infatti, si muove seguendo un asse verticale che passa attraverso la lamina verticale compiendo movimenti di rotazione esterna ed interna sincrona all'Osso Sfenoide.

Rapporti Articolari dell'Osso Palatino

L'Osso Palatino si articola con altre quattro ossa del cranio oltre che con il suo controlaterale attraverso la cresta interpalatina. Con il Mascellare vi sono diversi punti di contatto.

La lamina verticale si articola con la faccia interna del corpo del Mascellare; il trigono palatino si articola con la faccia orbitale del Mascellare e la lamina orizzontale si articola con l'apofisi palatina del Mascellare.

Lo stesso si può affermare per quanto concerne i rapporti con lo Sfenoide. In particolare, l'apofisi sfenoidale del Palatino si articola con la faccia interna del corpo dello Sfenoide e l'apofisi orbitale si articola con il bordo inferiore del corpo dello Sfenoide. Inoltre, le masse laterali dell'Osso Etmoide si articolano con l'apofisi orbitale appena citata. La cresta interpalatina fornisce anche l'articolazione con l'Osso Vomere oltre che con il controlaterale.

Visione interna e laterale del cranio

(Fig. 2) Visione interna e laterale del cranio ove è possibile comprendere i rapporti articolari dell'Osso Palatino.

Anatomia dell'Osso Palatino

Come è stato precedentemente accennato, questo osso è costituito da due lamine che si incontrano ad angolo retto e che sono indicate come Lamina Verticale e Lamina Orizzontale (Fig. 3).

La Lamina Verticale è la parte perpendicolare dell'osso e presenta due facce e tre margini liberi. Le facce della Lamina Verticale sono:

  • Faccia Mediale o Nasale : contribuisce alla formazione della porzione latero posteriore delle cavità nasali. Presenta inoltre due creste; etmoidale e concale. La prima si articola con il cornetto medio dell'Osso Etmoide; la seconda invece, si articola con il cornetto inferiore dell'osso appena menzionato.
  • Faccia Laterale o Mascellare : si articola con la faccia nasale dell'Osso Mascellare. Qui si presenta un solco verticale che insieme all'analogo del Mascellare forma il canale pterigopalatino.

I margini della Lamina Verticale sono indicati come anteriore, posteriore e superiore. Quello anteriore corrisponde allo Hiatus Mascellare mentre, quello posteriore si porta nel processo pterigoideo.

Il margine superiore si solleva in due processi; anteriormente vi è il processo orbitario e posteriormente il processo sfenoidale. Quest'ultimo delimita il canale faringeo che si applica alla base del processo pterigoideo. Il processo orbitario invece, si crea attraverso un seno palatino che comunica con le cellule etmoidali e si pone al di sotto del labirinto etmoidale e della faccia anteriore dell'Osso Sfenoide.

Tra i processi appena descritti si viene a formare l'incisura sfenopalatina che a livello dell'Osso Sfenoide diviene un vero e proprio foro il quale comunica con le cavità nasali.

La Lamina Orizzontale rappresenta il prolungamento del processo palatino dell'Osso Mascellare. Anch'essa presenta due facce e tre margini. La Faccia Superiore o Nasale corrisponde al pavimento della cavità nasale mentre la Faccia Inferiore o Buccale forma il terzo posteriore del palato duro.

Per quanto concerne i margini invece, quello anteriore si porta nella sutura palatina trasversa del processo palatino del Mascellare; il margine posteriore è libero e delimita le coane nasali; infine, il margine mediale si unisce al Palatino controlaterale.

Visione laterale dell'Osso Palatino

(Fig. 3) Visione laterale dell'Osso Palatino con descrizione anatomica.

Nel punto di contatto delle due lamine dell'Osso Palatino si forma il voluminoso processo piramidale il quale si pone tra l'Osso Mascellare ed il processo pterigoideo dell'Osso Sfenoide.

Anteriormente e posteriormente al processo piramidale si possono notare i solchi pterigoidei laterale e mediale che si congiungono alle lamine del processo pterigoideo.

Il processo piramidale ha una faccia articolare laterale per la tuberosità mascellare mentre la sua faccia anteriore corrisponde al palato. Qui vi sono i fori palatini minori che si portano nei canali palatini che attraversano il processo piramidale e sboccano nel canale pterigopalatino.

Riassumendo

  • Il Palatino è una delle ossa annoverate fra lo scheletro del cranio, più precisamente dello Splancnocranio.
  • Si tratta di un osso pari di forma irregolare costituito da due lamine che si incontrano a formare un angolo retto.
  • Il processo di ossificazione avviene a livello di due centri membranosi; uno per la lamina verticale ed un altro per quella orizzontale.
  • La funzione principale dell'Osso Palatino è quella di formare il palato duro pertanto, di permettere i movimenti di quest'ultimo e consentendogli di assumere un ruolo centrale nella masticazione e nella fonazione.
  • L'Osso Palatino si articola con altre quattro ossa del cranio oltre che con il suo controlaterale attraverso la cresta interpalatina: Mascellare, Sfenoide, Etmoide e Vomere.
  • La Lamina Verticale è la parte perpendicolare dell'osso e presenta due facce e tre margini liberi. Le facce sono Mediale e Laterale ed i margini anteriore, posteriore e superiore.
  • La Lamina Orizzontale rappresenta il prolungamento del processo palatino dell'Osso Mascellare. Anch'essa presenta due facce e tre margini. La Faccia Superiore e la Inferiore; i margini anteriore, posteriore e mediale.
  • Nel punto di contatto delle due lamine dell'Osso Palatino si forma il voluminoso processo piramidale il quale si pone tra l'Osso Mascellare ed il processo pterigoideo dell'Osso Sfenoide.
  • Anteriormente e posteriormente al processo piramidale si possono notare i solchi pterigoidei laterale e mediale.

Link correlati:

Che cos'è l'osso occipitale?

Che cos'è l'osso parietale?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Studia con noi