chimica-online.it

Acido folico

Proprietà e caratteristiche dell'acido folico

L'acido folico (noto anche con il nome di acido pteroilmonoglutammico o vitamina M o vitamina B9 o folacina o fattore del Lactobacillus casei) è una sostanza gialla, poco solubile in acqua, presente nel fegato, nei lieviti e nelle parti verdi dei vegetali.

Struttura chimica dell'acido folico

L'acido folico ha massa molare di 441,403 g/mol, punto di fusione di 250°C e solubilità in acqua pari a 0,0016 g/L.

Ha formula bruta C19H19N7O6 e presenta la seguente struttura chimica:

Struttura chimica dell'acido folico

Struttura chimica dell'acido folico.

In essa si notano un residuo dell'acido glutammico, uno dell'acido p-amminobenzoico e un anello pteridinico.

È stato isolato anche un derivato formilato dell'acido folico, chiamato acido folinico (citrovorum factor o leucovorina); l'acido folinico è la forma attiva con cui l'acido folico è legato nei coenzimi.

Sono stati isolati enzimi dal fegato e dal rene che catalizzano la conversione dell'acido folico in folinico, conversione alla quale partecipa anche l'acido ascorbico.

Gli enzimi contenenti acido folico sono essenziali nel metabolismo dei gruppi metilici e quindi legati alla sintesi della serina, metionina, colina, delle purine e pirimidine.

Per questo motivo l'acido folico interviene nel metabolismo dei nucleoprotidi.

Carenza di acido folico

L'acido folico è così largamente diffuso in natura e sintetizzato nell'intestino che una sua deficienza nell'uomo e negli animali è molto rara.

Tuttavia l'uso di antagonisti dell'acido folico o l'inibizione della crescita della flora intestinale possono causarne deficienza tale da dare luogo a malattie caratterizzate da anemie macrocitiche.

Gli antagonisti dell'acido folico (come l'amminopterina, la quale inibisce la conversione dell'acido folico in folinico) sono stati usati nel trattamento della leucemia e in taluni casi hanno procurato una temporanea regressione della malattia.

Il fabbisogno giornaliero di acido folico sembra è inferiore a 1 mg.

Produzione industriale dell'acido folico

L'acido folico è prodotto commercialmente mediante la reazione chimica simultanea dell'1,1,3-tribromoacetone con 2,4,5-triammino-6-idrossipirimidina e acido p-amminobenzoilglutammico.

Qualche volta è usata, in sostituzione del tribromoacetone, la 2,3-dibromopropionaldeide unitamente a un agente ossidante.

Condizioni ottimali di pH e di temperatura conducono a buone rese.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è l'acido tetraidrofolico?

A cosa servono le vitamine e perchè sono così importanti?

Che cos'è la biotina e a cosa serve?

Studia con noi