chimica-online.it

Ossa del bacino

Quali sono le ossa del bacino?

Il Bacino, denominato anche Pelvi, è la parte inferiore del tronco del corpo umano ed è composto dalle ossa dell'anca o coxali (Ileo, Ischio e Pube), dal Sacro e dal Coccige (Fig.1).

Queste ossa formano un anello (cintura pelvica) che connette lo scheletro assiale, ovvero la parte superiore dello scheletro che comprende colonna vertebrale e gabbia toracica, agli arti inferiori.

Ossa del bacino

(Fig.1) Rappresentazione della Pelvi vista anteriormente e delle ossa che la compongono.

Le funzioni fondamentali delle ossa pelviche sono due: garantire la stabilità permettendo che il peso del corpo sia trasferito uniformemente agli arti inferiori e proteggere gli organi che hanno sede nel bacino quali la vescica e gli organi riproduttori.

Convenzionalmente la pelvi è divisa in Grande e Piccola Pelvi. La prima, sopra il promontorio sacrale, si allarga per sostenere il contenuto inferiore dell'addome; la seconda, sotto il promontorio sacrale, accoglie gli organi sopracitati.

Differenze Anatomiche uomo/donna delle ossa del bacino

Lo scheletro femminile e maschile differisce in diversi punti ma nella Pelvi risulta esserci una diversità molto marcata (Fig.2). Queste differenze sono attribuite a due fattori quali la necessità del parto e la ossatura più pesante nei maschi.

A livello di struttura generale, la Pelvi maschile ha ossa più pesanti e spesse rispetto a quella della donna. L'accesso pelvico nelle donne ha forma di un ampio ovale mentre negli uomini assomiglia quasi ad un cuore. La Piccola Pelvi risulta essere quasi cilindrica nelle donne, più piatta negli uomini.

Infine, l'angolo al di sotto delle ossa pubiche è più ampio nelle donne che negli uomini. Nelle prime, l'angolo che si forma è di 100 gradi o più ; nei secondi l'angolo è di 90 gradi o meno.

Pelvi maschile e pelvi femminile

(Fig. 2) Rappresentazione delle differenze tra pelvi maschile (A) e pelvi femminile (B). Da notare quanto quest'ultimo sia sviluppato in larghezza per far fronte alla gravidanza e al parto.

Le Ossa Coxali o dell'anca

Si tratta di ossa pari simmetriche che formano le parti laterali del bacino. Esse sono composte da tre porzioni ossee fuse insieme: Ileo, Ischio e Pube (Fig.3).

Si uniscono anteriormente in corrispondenza della Sinfisi Pubica e posteriormente si articolano al Sacro attraverso la articolazione Sacroiliaca rivestita di fibrocartilagine e molto mobile in età giovanile.

Entriamo quindi nel merito dell'osso dell'anca per spiegare più dettagliatamente le porzioni ossee che lo formano.

Ileo o Ilio

Si tratta della porzione superiore delle ossa dell'anca. È la più grande e più ampia delle tre e presenta un corpo ed un'ala.

Sul Corpo dell'Ileo ha sede una parte dell'acetabolo; una depressione a forma di coppa che accoglie la testa del femore formando quindi l'articolazione dell'anca.

L'ala dell'Ileo è posta superiormente al corpo, in essa ha sede l'articolazione con il sacro e presenta una cresta sul margine superiore chiamata per l'appunto cresta iliaca. Le superfici dell'ala sono due: quella interna (fossa iliaca) la quale è concava e contiene l'inserzione del muscolo iliaco e quella esterna (superficie glutea) che è invece convessa e presenta i punti d'origine dei muscoli glutei. Sulle superfici laterali dell'ala infine, vi sono due prominenze ossee chiamate spine.

Ischio

Si tratta della porzione posteriore che si porta all'indietro. È la più forte e resistente ed è composta da corpo, ramo inferiore e ramo superiore.

Il corpo si trova al centro dei due rami. Il ramo inferiore è detto ischio-pubico poiché in collegamento con il ramo inferiore del Pube ed insieme a quest'ultimo forma il foro otturato. Il ramo superiore infine, comprende buona parte della cavità acetabolare e presenta una prominenza chiamata spina ischiatica.

L'Ischio è una porzione ossea molto importante poiché regge il peso del corpo quando si è  seduti o ci si proietta in avanti. La regione deputata a questo compito è detta tuberosità ischiatica.

Pube

Si tratta della porzione anteriore delle ossa dell'anca tanto che risiede davanti all'Ischio e all'Ileo. Anche il Pube presenta un corpo e due rami; uno superiore e l'altro inferiore.

Il corpo si trova tra i due rami e forma la Sinfisi pubica che si articola con il corpo dell'osso dell'anca controlaterale. Il ramo superiore si estende lateralmente e costituisce l'ultima parte della cavità acetabolare. In ultimo,  Il ramo inferiore si articola con l'Ischio formando il sottile ramo ischio - pubico.

Una delle due ossa dell'anca

(Fig.3) Rappresentazione anteriore di una delle due ossa dell'anca. Sono visibili le porzioni ossee che la compongono: Ileo, Ischio e Pube.

Osso Sacro e Coccige

Queste due ossa formano la parte terminale della colonna vertebrale ed in più costituiscono la parte ossea centrale leggermente convessa della Pelvi (Fig.4). Entrambi sono formati da vertebre saldate assieme e forniscono le sedi di fissaggio di legamenti che sorreggono il corpo e dei muscoli che contribuiscono a proteggere gli organi inseriti nella cavità pelvica.

L'Osso Sacro può essere considerato una massa ossea che si salda completamente tra la pubertà e i trent'anni di età. Esso ha la forma di un triangolo rovesciato con cinque corpi vertebrali fusi insieme che si riducono di dimensione.

In alto, la base è larga ed al suo margine si forma il promontorio sacrale che forma un angolo con la quinta vertebra lombare. Le ali sacrali sporgono lateralmente dall'osso fino ad arrivare ad un apice ove si articola il Coccige.

Al centro dell'osso vi sono delle linee trasverse che indicano il punto di saldatura delle vertebre sacrali mentre ai lati sono visibili i forami sacrali che consentono il passaggio dei nervi e le faccette auricolari ricoperte di cartilagine ialina che formano l'articolazione Sacroiliaca.

L'Osso Sacro femminile è più corto e più largo per permettere il passaggio del neonato attraverso il canale pelvico.

Il Coccige è attaccato all'apice dell'Osso Sacro ed è considerato il residuo della coda ancora visibile nei primati imparentati con l'uomo. È formato da quattro vertebre saldate assieme e presenta una forma piramidale. 

La prima vertebra coccigea possiede due processi trasversi prominenti ed i corni coccigei che si articolano con quelli sacrali. Essendo l'ultima parte della colonna vertebrale fornisce l'attacco a muscoli e legamenti e forma lo sfintere anale.

È una massa ossea importante data la sua mobilità. Questa consente infatti di espandere il diametro della cavità pelvica durante il parto spostandosi all'indietro e favorendo l'uscita del nascituro.

Osso Sacro e Coccige

(Fig.4) Rappresentazione dell'Osso Sacro e del Coccige in visione anteriore e posteriore.

Riassunto

  • Il Bacino, denominato anche Pelvi, è la parte inferiore del tronco del corpo umano ed è composto dalle ossa dell'anca o coxali (Ileo, Ischio e Pube), dal Sacro e dal Coccige (Fig.1).
  • Le funzioni fondamentali delle ossa pelviche sono due: garantire la stabilità permettendo che il peso del corpo sia trasferito uniformemente agli arti inferiori e proteggere gli organi che hanno sede nel bacino quali la vescica e gli organi riproduttori.
  • Lo scheletro femminile e maschile differisce in diversi punti ma nella Pelvi risulta esserci una diversità molto marcata (Fig.2). Queste differenze sono attribuite a due fattori quali la necessità del parto e la ossatura più pesante nei maschi.
  • Le ossa Coxali sono ossa pari simmetriche che formano le parti laterali del bacino. Esse sono composte da tre porzioni ossee fuse insieme: Ileo, Ischio e Pube (Fig.3).
  • Si uniscono anteriormente in corrispondenza della Sinfisi Pubica e posteriormente si articolano al Sacro attraverso la articolazione Sacroiliaca.
  • L'Ileo o Ilio è la porzione superiore delle ossa dell'anca. È la più grande e più ampia delle tre e presenta un corpo ed un'ala.
  • Sul Corpo dell'Ileo ha sede una parte dell'acetabolo; l'ala dell'Ileo è posta superiormente al corpo, in essa ha sede l'articolazione con il sacro e presenta una cresta sul margine superiore chiamata per l'appunto cresta iliaca.
  • L'Ischio è la porzione posteriore che si porta all'indietro. È la più forte e resistente ed è composta da corpo, ramo inferiore e ramo superiore. Sostiene il peso del corpo quando ci si siede o ci protende in avanti.  
  • Il corpo si trova al centro dei due rami. Il ramo inferiore è detto ischio-pubico e forma il foro otturato. Il ramo superiore comprende buona parte della cavità acetabolare e presenta una prominenza chiamata spina ischiatica.
  • Il Pube è la porzione anteriore delle ossa dell'anca e presenta un corpo e due rami; uno superiore e l'altro inferiore.
  • Il corpo si trova tra i due rami e forma la Sinfisi pubica, Il ramo superiore si estende lateralmente e costituisce l'ultima parte della cavità acetabolare, Il ramo inferiore si articola con l'Ischio.
  • L'Osso Sacro ed il Coccige sono due ossa che formano la parte terminale della colonna vertebrale ed in più costituiscono la parte ossea centrale leggermente convessa della Pelvi (Fig.4).
  • L'Osso Sacro può essere considerato una massa ossea che si salda completamente tra la pubertà e i trent'anni di età. Esso ha la forma di un triangolo rovesciato con cinque corpi vertebrali fusi insieme che si riducono di dimensione. Presenta una base in alto, delle ali laterali con i forami sacrali e un apice.
  • Il Coccige è attaccato all'apice dell'Osso Sacro. È formato da quattro vertebre saldate assieme e presenta una forma piramidale.  La prima vertebra coccigea possiede due processi trasversi prominenti ed i corni coccigei che si articolano con quelli sacrali. Fornisce l'attacco a muscoli e legamenti e forma lo sfintere anale.

Link correlati:

Che cos'è il tessuto cartilagineo?

Quali sono le ossa del collo?

Quante sono le ossa della gabbia toracica?

Quali sono le ossa piatte?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Quali sono le ossa del braccio?

Che cos'è il tessuto muscolare?

Caratteristiche del metatarso del piede

Vuoi sapere quante sono le vertebre sacrali?

Che cosa sono le cellule somatiche?

Studia con noi