chimica-online.it

Ossa del collo

Quali sono le ossa del collo?

Il Collo è la prima porzione o regione cervicale del tronco che separa la testa dal torace. Più precisamente, il Collo è la porzione anteriore della regione cervicale mentre quella posteriore viene denominata Nuca.

Nel corpo umano, il Collo ha la forma di un largo cilindro che diventa più ampio alla base. Presenta una parte scheletrica che lo percorre posteriormente; contiene alcuni organi propri e dà passaggio ad altri che si continuano nel torace o salgono nel capo.

Quali sono le ossa del Collo?

La parte scheletrica che compone il Collo è la Colonna Cervicale. Quest'ultima presenta sette vertebre e si estende dalla base del cranio fino alla prima vertebra toracica.

Ha una caratteristica curvatura di 36° a convessità anteriore definita Lordosi (Fig.1) la quale varia in base alla conformazione delle altre regioni del rachide e si fa più marcata con l'avanzare dell'età.

Lordosi

(Fig.1) L'immagine mostra la curvatura fisiologica della zona cervicale della colonna vertebrale che è definita Lordosi. La regione toracica presenta invece, una curvatura opposta definita Cifosi. 

Le Vertebre Cervicali hanno diverse importanti funzioni tra le quali vi sono:

  • Protezione del Midollo Spinale, delle radici nervose e dell'arterie vertebrale
  • Sostegno e stabilizzazione del Cranio
  • Possibilità di movimento molto elevata

Vi sono comunque, funzioni specifiche delle prime vertebre della regione cervicale legate all'articolazione con il Cranio.

Le sette vertebre in questione (Fig.2), non sono tutte uguali e pertanto il rachide cervicale viene diviso anatomicamente in Rachide Cervicale Superiore  formato dalle prime vertebre (C1-C2); e Rachide Cervicale Inferiore, composto dalle restanti cinque vertebre (C3 -C7).

Regione cervicale

(Fig.2) Visione frontale e laterale  della regione cervicale. La lettera C indica appunto che si tratta di vertebre Cervicali della colonna vertebrale ed esse vengono quindi numerate da 1 a 7.

Rachide Cervicale Superiore

Il Rachide Cervicale Superiore comprende le vertebre C1 e C2 le quali vengono denominate rispettivamente Atlante ed Epistrofeo. Queste due vertebre cervicali sono differenti dalle altre sia dal punto di vista strutturale che funzionale. Tra di esse inoltre, non è presente il disco intervertebrale e la eccessiva mobilità viene impedita dai legamenti e dalla capsula articolare.

L'Atlante (Fig. 3) ha la forma di un sottile anello creato dagli archi vertebrali. Il Corpo di questa vertebra non è evidente poiché possiede un grande forame vertebrale e non presenta il processo spinoso ma un tubercolo posteriore anch'esso poco evidente.

Lateralmente vi sono i processi trasversi con i propri fori che consentono l'attacco ai muscoli ed anteriormente è visibile la faccetta articolare per il dente dell'Epistrofeo.

Atlante osso

(Fig. 3) Visione inferiore della vertebra C1 - l'Atlante. Ove sono rappresentate le faccette articolari inferiori per l'epistrofeo, superiormente troviamo le faccette articolari dell'Atlante che si articolano con il Cranio.

L'Atlante, oltre ad "incastrarsi" inferiormente sull'Epistrofeo (Fig 4), si articola superiormente con l'osso Occipitale del Cranio e pertanto possiede delle ampie superfici articolari superiori atte appunto ad articolarsi con i condili occipitali.

Si crea quella che viene definita articolazione atlanto - occipitale, una diartrosi formata da una capsula articolare e due membrane anteriore e posteriore.

Essa consente moderati movimenti di flessione laterale, 10° di flessione e 25° di estensione. Nelle medesime direzioni, movimenti di gradi inferiori sono consentiti anche dai rapporti articolari tra C1 e C2. Le prime vertebre cervicali forniscono comunque,  il principale apporto alla rotazione della colonna cervicale.

Articolazione tra Atlante ed Epistrofeo

(Fig. 4) Visione posteriore della articolazione tra Atlante ed Epistrofeo. Notiamo anteriormente il dente dell'Epistrofeo e lateralmente ad esso le faccette articolari che vanno a creare l'articolazione Atlante - Epistrofeo.

L'Epistrofeo (Fig. 6) possiede un corpo simile a quello delle altre vertebre. Il suo arco vertebrale termina con un processo spinoso posteriore non del tutto bifido ma comunque presente diversamente dall'Atlante che non possiede il processo spinoso.

Lateralmente al corpo sono presenti i processi trasversi con i propri forami. Anteriormente, si proietta verso l'alto il dente che si articola con l'Atlante. Questo può essere considerato come il corpo dell'Atlante e possiede una faccetta articolare per la faccetta anteriore dell'Atlante e posteriormente, una faccetta per il legamento trasverso dell'Atlante.

La mobilità della colonna cervicale superiore è fondamentale per mantenere una allineamento corretto degli organi di senso situati all'interno della testa. Inoltre, sono proprio le prime vertebre cervicali appena descritte a sostenere il Cranio ed a permetterne i movimenti.

Epistrofeo

(Fig. 6) Visione frontale posteriore dell'Epistrofeo o seconda vertebra cervicale C2.

Rachide Cervicale Inferiore

Il Rachide cervicale Inferiore comprende le restanti vertebre della regione cervicale le quali risultano essere simili per forma e funzioni. Si tratta quindi delle vertebre C3, C4, C5 e C6 le quali sono vertebre cervicali tipiche mentre l'ultima vertebra cervicale C7 può considerarsi atipica.

Le vertebre cervicali tipiche (Fig. 7)  sono formate anteriormente da un Corpo cilindrico più piccolo rispetto a quello delle vertebre delle altre regioni del rachide.

Ai lati della vertebra sono presenti i processi trasversi con i propri forami e subito sopra le sporgenti faccette articolari per le vertebre superiore ed inferiore. L'arco vertebrale si chiude posteriormente con un processo spinoso bifido e forma il forame vertebrale che crea con le altre il canale vertebrale per il passaggio del midollo spinale.

Vertebra cervicale tipica

(Fig. 7) Visione superiore di una vertebra cervicale tipica.

La settima vertebra cervicale (Fig. 8) si considera atipica poiché possiede un processo spinoso più grande di tutte le altre vertebre cervicali.

Questo processo non è bifido e presenta un tubercolo finale sporgente quindi facile da sentire al tatto. Per questo motivo la vertebra in questione viene anche definita Vertebra Prominente.

Anche i processi trasversi sono più grandi di quelli delle altre vertebre ed attraverso il forame di questi vi è il passaggio di una vena vertebrale accessoria.

Settima vertebra cervicale

(Fig. 8) Visione superiore della settima vertebra cervicale C7. Da notare il lungo processo spinoso.

Riassumendo

  • Il Collo è la prima porzione o regione cervicale del tronco che separa la testa dal torace.
  • Nel corpo umano, il Collo ha la forma di un largo cilindro che diventa più ampio alla base.
  • La parte scheletrica che compone il Collo è la Colonna Cervicale. Quest'ultima presenta sette vertebre e si estende dalla base del cranio fino alla prima vertebra toracica. Ha una caratteristica curvatura di 36° a convessità anteriore definita Lordosi (Fig.1).
  • Le Vertebre Cervicali hanno diverse importanti funzioni tra le quali vi sono: protezione del Midollo Spinale e sostegno e stabilizzazione del Cranio.
  • Le sette vertebre in questione (Fig.2), non sono tutte uguali e pertanto il rachide cervicale viene diviso anatomicamente in Rachide Cervicale Superiore  formato dalle prime vertebre (C1-C2); e Rachide Cervicale Inferiore, composto dalle restanti cinque vertebre (C3 -C7).
  • Il Rachide Cervicale Superiore comprende le vertebre C1 e C2 le quali vengono denominate rispettivamente Atlante ed Epistrofeo.
  • L'Atlante (Fig. 3) ha la forma di un sottile anello creato dagli archi vertebrali. Il Corpo di questa vertebra non è evidente poiché possiede un grande forame vertebrale e non presenta il processo spinoso ma un tubercolo posteriore anch'esso poco evidente.
  • L'Atlante, oltre ad "incastrarsi" inferiormente sull'Epistrofeo (Fig 4), si articola superiormente con l'osso Occipitale del Cranio e pertanto possiede delle ampie superfici articolari superiori atte appunto ad articolarsi con i condili occipitali. Si crea quella che viene definita articolazione atlanto - occipitale.
  • L'Epistrofeo (Fig. 6) possiede un corpo simile a quello delle altre vertebre. Il suo arco vertebrale termina con un processo spinoso posteriore non del tutto bifido. Anteriormente, si proietta verso l'alto il dente che si articola con l'Atlante.
  • Il Rachide cervicale Inferiore comprende le restanti vertebre (da C3 a C7) della regione cervicale le quali risultano essere simili per forma e funzioni.
  • Le vertebre cervicali tipiche (Fig. 7)  sono formate anteriormente da un Corpo cilindrico più piccolo rispetto a quello delle vertebre delle altre regioni del rachide.  L' arco vertebrale si chiude posteriormente con un processo spinoso bifido e forma il forame vertebrale che crea con le altre il canale vertebrale.
  • La settima vertebra cervicale (Fig. 8) si considera atipica poiché possiede un processo spinoso più grande di tutte le altre vertebre cervicali. Questo processo non è bifido e presenta un tubercolo finale sporgente quindi facile da sentire al tatto. Per questo motivo la vertebra in questione viene anche definita Vertebra Prominente.

Link correlati:

Quali sono le ossa del braccio?

Quali sono le ossa del piede?

Quali sono le ossa piatte?

Quali sono le ossa del bacino?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Studia con noi