chimica-online.it

Scafoide del piede (osso navicolare)

Che cos'è lo scafoide del piede?

Lo scafoide del piede o scafoide tarsale (da non confondere con lo scafoide della mano o scafoide carpale), più correttamente detto navicolare, è un osso breve pari (destro e sinistro) del gruppo anteriore del tarso, regione anatomica posteriore dello scheletro del piede.

È situato sul margine mediale del piede: anteriormente al talo (o astragalo), medialmente al cuboide, posteriormente ai cuneiformi (mediale, intermedio, laterale).

Lo scafoide del piede o scafoide tarsale o navicolare è un osso breve pari del tarso del piede.

Il tarso è la regione posteriore dello scheletro del piede, formata da sette ossa, che, procedendo in senso postero-anteriore, si distinguono in ossa tarsali posteriori (il calcagno e il talo o astragalo) e ossa tarsali anteriori (navicolare o scafoide del piede, cuboide, cuneiforme mediale, cuneiforme intermedio e cuneiforme laterale).

Lo scheletro del piede, composto da ventisei ossa, comprende altre due regioni: il metatarso, anteriore al tarso, con cinque ossa (metatarsali dal I al V) e la regione delle dita del piede (dal I dito, o alluce, al V dito), anteriore al metatarso, con quattordici ossa (una falange prossimale e una distale per l'alluce; una falange prossimale, una intermedia e una distale per ognuna delle restanti quattro dita del piede).

Scafoide del piede posizione

Scheletro del piede. Visione dorsale. Il tarso: calcagno, talo o astragalo, cuboide, scafoide del piede o navicolare, cuneiformi (laterale, intermedio, mediale). Il metatarso: metatarsali dal I al V. Dita dei piedi: dal I (o alluce) al V, con le falangi (prossimale e distale nell'alluce; prossimale o I, media o II e distale o III nelle altre dita). Lo scafoide del piede o navicolare si articola con: i cuneiformi (mediale, intermedio, laterale), anteriormente; il cuboide, lateralmente; il talo, posteriormente.

Struttura anatomica dello scafoide del piede

Lo scafoide del piede è un osso appiattito in senso antero-posteriore, disposto trasversalmente. Presenta due facce, posteriore e anteriore, due margini, superiore o dorsale e inferiore o plantare, e due estremità, laterale e mediale.

Scafoide del piede

Scafoide del piede. In figura, da sinistra a destra: faccia posteriore dello scafoide del piede, faccia anteriore dello scafoide del piede. La faccia posteriore dello scafoide del piede mostra la faccia articolare per il talo. La faccia anteriore dello scafoide del piede mostra le facce articolari per i cuneiformi: la faccia articolare per il cuneiforme laterale (quadratino rosso), la faccia articolare per il cuneiforme intermedio (quadratino verde), la faccia articolare per il cuneiforme mediale (quadratino nero). La tuberosità navicolare si solleva dall'estremità mediale dello scafoide del piede.

La faccia posteriore dello scafoide del piede presenta una superficie articolare a forma di sfera concava per la corrispondente superficie articolare della faccia anteriore o testa del talo con cui si collega nell'articolazione talo-calcaneo-navicolare, alla quale partecipa anche il calcagno con la superficie antero-mediale della faccia superiore.

La faccia anteriore dello scafoide del piede ha una superficie convessa, divisa da due creste in tre faccette articolari per i tre cuneiformi, con i quali si collega nelle corrispondenti tre articolazioni cuneo-navicolari: la faccetta mediale a base inferiore per il cuneiforme mediale, la faccetta intermedia a base superiore per il cuneiforme intermedio, la faccetta laterale a base inferiore per il cuneiforme laterale.

I margini dello scafoide del piede, superiore o dorsale e inferiore o plantare, si presentano rugosi per l'attacco dei legamenti.

L'estremità mediale dello scafoide del piede mostra un rilievo, detto tuberosità dell'osso navicolare.

L'estremità laterale, dall'aspetto di un margine smusso, si collega con il cuboide, nell'articolazione cuboido-navicolare.

Rapporti anatomici dello scafoide del piede

Lo scafoide del piede è in rapporto: posteriormente, con il talo, anteriormente con i tre cuneiformi, lateralmente con il cuboide. Prende quindi parte a cinque articolazioni: una con il talo, l'articolazione talo-calcaneo-navicolare; tre con i tre cuneiformi, le articolazioni cuneo-navicolari; una con il cuboide, l'articolazione cuboido-navicolare.

Talo

Il talo o astragalo è un osso breve pari del tarso (gruppo posteriore delle ossa del tarso, insieme al calcagno), collegato anteriormente con lo scafoide (rispettivamente faccia anteriore e faccia posteriore).

È cuboideo irregolare, con tre parti (testa, collo e corpo) e sei facce (superiore, inferiore o calcaneale, malleolare laterale, malleolare mediale, anteriore o testa, posteriore).

Talo osso

Talo. Faccia superiore (a sinistra) e faccia inferiore (a destra). Il talo (o astragalo) si presenta suddiviso in tre parti, in senso antero-posteriore: testa, collo, copro). La faccia anteriore o testa del talo mostra la faccetta articolare (evidenziata in verde) per il navicolare.

La faccia superiore del talo dell'astragalo mostra la troclea del talo che si collega con la superficie inferiore della tibia (osso mediale della gamba) nell'articolazione talo-crurale (o articolazione della caviglia).

La faccia malleolare laterale del talo mostra il processo laterale del talo (malleolo fibulare) che si unisce alla faccia articolare del malleolo laterale del perone (osso laterale della gamba) nell'articolazione talo-crurale.

La faccia malleolare mediale del talo mostra il malleolo tibiale, che si articola con la faccia articolare malleolare della tibia nell'articolazione talo-crurale. Il talo quindi è collegato con la tibia in due punti e con il perone in un punto, a costituire l'articolazione talo-crurale o articolazione della caviglia.

La faccia inferiore o calcaneale del talo presenta tre faccette articolari (anteriore, media, posteriore) che si collegano alle corrispondenti faccette articolari della faccia superiore del calcagno nelle articolazioni sub-talari (una anteriore, una media e una posteriore).

La faccia anteriore o testa mostra la faccetta articolare per il navicolare, con il quale si collega nell'articolazione talo-calcaneo-navicolare. La faccia posteriore del talo presenta un solco, attraversato dal tendine del muscolo flessore lungo dell'alluce.

Cuneiformi

I cuneiformi sono tre ossa pari brevi del tarso (gruppo anteriore del tarso), procedendo medio-lateralmente: il cuneiforme mediale o primo cuneiforme Il più grande), il cuneiforme intermedio o secondo cuneiforme (il più piccolo), il cuneiforme laterale o terzo cuneiforme (di dimensioni intermedie).

Sono a forma di cuneo, con quattro facce (anteriore, posteriore, mediale e laterale), una base e un apice (a base in basso e apice in alto, il cuneiforme mediale; a base in alto e apice in basso, i cuneiformi intermedio e laterale.

Cuneiformi

Cuneiformi. In figura, da sinistra a destra: il cuneiforme mediale, il cuneiforme intermedio, il cuneiforme laterale. Lo scafoide del piede (o navicolare) presenta sulla faccia anteriore tre faccette articolari per le corrispondenti faccette articolari dei tre cuneiformi (visibili in figura, in ognuno dei tre cuneiformi), nell'articolazione cuneo-navicolare.

Il cuneiforme mediale ha connessioni: posteriormente con il navicolare; anteriormente, con il I metatarsale; lateralmente, con il cuneiforme intermedio e il II metatarsale.

Il cuneiforme intermedio ha connessioni: posteriormente, con il navicolare; anteriormente, con il II metatarsale; medialmente, con il cuneiforme mediale; lateralmente con il cuneiforme laterale.

Il cuneiforme laterale ha connessioni: posteriormente con il navicolare; anteriormente con il III metatarsale,; medialmente con il cuneiforme intermedio e il II metatarsale; lateralmente, con il cuboide e il IV metatarsale.

Le articolazioni cuneo-navicolari connettono i tre cuneiformi con il navicolare.

Le articolazioni intercuneiformi connettono i cuneiformi tra loro (mediale con intermedio, intermedio con mediale e laterale, laterale con intermedio).

Le articolazioni tarso-metatarsiche connettono le basi dei cinque metatarsali con i tre cuneiformi e il cuboide (il I metatarsale con il cuneiforme mediale, il II metatarsale con i tre cuneiformi, il III metatarsale con il cuneiforme laterale, il IV e il V metatarsale con il cuboide.

Il cuboide

Il cuboide o osso cuboideo è un osso breve pari del tarso (gruppo anteriore del tarso). È cuboideo, con sei facce (superiore, inferiore, anteriore, posteriore, mediale, laterale).

Cuboide

Cuboide. In figura: la faccia posteriore del cuboide (cerchietto rosso) che presenta una superficie articolare per il calcagno; la faccia anteriore del cuboide (cerchietto nero), che presenta le superfici articolari del cuboide con il IV e il V metatarsale. Il cuboide è collegato allo scafoide del piede con la metà posteriore della sua faccia mediale.

La faccia anteriore del cuboide è divisa da una cresta verticale in due superfici articolari metatarsali per il IV e il V metatarsale. 

La faccia mediale del cuboide mostra: anteriormente, una superficie articolare per il cuneiforme laterale; posteriormente, una superficie articolare per il navicolare.

La faccia posteriore del cuboide mostra la superficie calcaneale articolare per la faccia anteriore del calcagno nell'articolazione calcaneo-cuboidea.

Riassumendo

- Lo scafoide del piede o osso del tarso:

  • è più correttamente detto navicolare, per non confonderlo con lo scafoide della mano (osso del carpo);
  • appartiene al gruppo anteriore delle ossa del tarso, insieme al cuboide e ai cuneiformi (mediale, intermedio e laterale);
  • è un osso breve pari, appiattito in senso antero-posteriore, con: due facce, posteriore e anteriore; due margini, superiore o dorsale e inferiore o plantare; due estremità, laterale e mediale;
  • posto sul margine mediale del piede, nella regione tarsale dello scheletro del piede, è: anteriore al talo (o astragalo), mediale al cuboide, posteriore ai tre cuneiformi;
  • prende parte a cinque articolazioni: l'articolazione talo-calcaneo-navicolare, con il talo; le tre articolazioni cuneo-navicolari, con i tre cuneiformi ( una con il cuneiforme mediale, una con il cuneiforme intermedio, una con il cuneiforme laterale); l'articolazione cuboido-navicolare con il cuboide.

Link correlati:

Quali sono le ossa della gamba?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Studia con noi