chimica-online.it

Ossa del ginocchio

Quante sono le ossa del ginocchio?

Il Ginocchio è un'articolazione sinoviale complessa e difficile da classificare in base ai rapporti tra le ossa coinvolte. Essa è infatti considerata in parte una artrodia ma anche un'articolazione condiloidea.

Si tratta di una articolazione protetta da differenti strutture per lo più formate da fibrocartilagine ma anche tessuto adiposo che viene stabilizzata da legamenti e muscoli poiché non vi è una corrispondenza perfetta tra le diafisi delle ossa coinvolte nell'articolazione.

Il Ginocchio divide l'arto inferiore in due parti: superiore (Coscia) ed inferiore (Gamba). Esso permette i movimenti quotidiani attraverso la flessione e l'estensione della gamba ma presenta un raggio di movimento limitato dalla sua stessa anatomia (120° circa).

Rispetto alle altre articolazioni simili però, consente una certa libertà di rotazione verso l'interno e l'esterno. A livello del Ginocchio vi è una trasmissione del peso corporeo alla gamba quindi a questa articolazione spetta anche un compito statico.

Quali sono le Ossa del Ginocchio?

Le Ossa che compongono il Ginocchio sono essenzialmente tre:

  1. il Femore quale osso lungo della Coscia;
  2. la Tibia quale osso lungo della Gamba e la Rotula o Patella;
  3. una delle ossa sesamoidi presenti nel corpo umano.

Non è coinvolto nell'articolazione il secondo osso lungo della Gamba: il Perone. In quest'osso risiedono solamente i punti di collegamento di muscoli e del legamento collaterale laterale.

In linea generale, il Femore è l'osso principale che si va ad articolare sia con la superficie posteriore della Rotula e sia con la estremità superiore della Tibia. Abbiamo quindi due articolazioni importanti che compongono il Ginocchio :

  • Femoro-rotulea (Fig.1): la Troclea femorale presente sulla superficie anteriore della estremità distale del Femore si articola con la superficie posteriore della Rotula creando una sorta di binario. Si tratta di una articolazione definita "piana" che permette ad un osso di scorrere sull'altro.
  • Femoro-tibiale  (Fig.2.): i condili laterale e mediale del Femore separati dalla fossa intercondiloidea, si articolano con le cavità glenoidee dei condili mediale e laterale della estremità prossimale della Tibia. Si tratta di una articolazione definita "a cardine" poiché consente movimento analogo a quello delle porte sui propri cardini.

Articolazione Femoro-rotulea

(Fig. 1) Articolazione Femoro-rotulea o Femoro-patellare. Si nota la Troclea del Femore che crea un binario per far scorrere la Rotula.

Articolazione Femoro-tibiale

(Fig. 2) Articolazione Femoro-tibiale. Da notare che le cavità glenoidee della Tibia sono portate a pari da due Menischi : strutture a forma di mezzaluna composte da fibrocartilagine che fungono da ammortizzatori ed impediscono lo scivolamento laterale del Femore.

Entriamo più nel dettaglio rispetto alle ossa che abbiamo appena descritto.

Femore

Il Femore (Fig. 3) è l'osso della Coscia ed è il più lungo e pesante del corpo umano. Questo osso ha un lungo fusto con due estremità espanse. La parte superiore si articola con la pelvi per formare l'articolazione dell'anca mentre la parte inferiore si articola con la Tibia e la Rotula per formare il Ginocchio.

Il corpo del femore appare cilindrico e leggermente arcuato essendo concavo posteriormente ove presenta la Linea Aspra.

L'epifisi superiore è composta dalla Testa sferica che forma l'articolazione dell'anca; dal Collo quale restringimento che collega la testa al corpo e da due protuberanze che permetto l'attacco dei muscoli. Queste protuberanze hanno il nome di Trocanteri (Grande e Piccolo).

L'epifisi inferiore è composta dai condili laterale e mediale separati dalla incisura intercondiloidea che si articolano con la estremità superiore della Tibia.

Femore visto anteriormente e posteriormente

(Fig. 3) Femore visto anteriormente e posteriormente.

Tibia

La Tibia (Fig. 4) assieme al Perone, forma la struttura scheletrica della Gamba. È più grande del Perone ed è il tipico osso lungo con corpo allungato ed estremità espanse. Si articola superiormente con il Femore, inferiormente con la caviglia e lateralmente con il Perone.

La Tibia presenta un corpo allungato di forma vagamente triangolare noto come Stinco.  Posteriormente questo è solcato dalla Linea Solea alla quale si collega il muscolo Soleo.

L'epifisi superiore è formata dai condili mediale e laterale che si articolano con il Femore mentre quella inferiore è meno pronunciata ed è formata dal Malleolo mediale che si articola con l'Astragalo della caviglia e con il Perone.

Tibia e Perone visti posteriormente ed anteriormente

(Fig. 4) Tibia e Perone visti posteriormente ed anteriormente.

Rotula o Patella

La Rotula (Fig. 5) è un osso sesamoide ovvero un osso che si sviluppa all'interno del tendine di un muscolo per proteggerlo dagli strappi quando passa sull'estremità di un osso. È il più grande osso sesamoide umano e si trova all'interno del tendine del Muscolo Quadricipite Femorale.

Presenta una forma appiattita con una superficie convessa che si può sentire sotto la pelle. Tra la rotula e la pelle è presente una borsa che riduce la frizione e protegge l'osso quando avviene la flessione del Ginocchio.

La superficie posteriore della Rotula è ricoperta da morbida cartilagine e si articola con l'estremità distale del Femore in una articolazione sinoviale (Femoro-rotulea). Attraverso il tendine rotuleo, la Rotula comunica con la Tibia.

La Rotula è soggetta a lussazione (o dislocazione) ed a fratture ma anche a rottura del tendine rotuleo che colpisce maggiormente gli atleti che praticano sport di contatto ad alto livello (Calcio, Rugby, Basket).

Rotula o Patella vista anteriormente e posteriormente

(Fig. 5) La Rotula o Patella vista anteriormente e posteriormente.

Riassumendo

  • Il Ginocchio è un'articolazione sinoviale complessa e difficile da classificare.
  • Si tratta di una articolazione protetta da differenti strutture per lo più formate da fibrocartilagine ma anche tessuto adiposo che viene stabilizzata da legamenti e muscoli.
  • Il Ginocchio divide l'arto inferiore in due parti: superiore (Coscia) ed inferiore (Gamba).
  • Esso permette i movimenti quotidiani attraverso la flessione e l'estensione della gamba. A livello del Ginocchio vi è una trasmissione del peso corporeo alla gamba quindi a questa articolazione spetta anche un compito statico.
  •  Le Ossa che compongono il Ginocchio sono essenzialmente tre: il Femore quale osso lungo della Coscia, la Tibia quale osso lungo della Gamba e la Rotula o Patella; una delle ossa sesamoidi presenti nel corpo umano.  Non è coinvolto nell'articolazione il secondo osso lungo della Gamba: il Perone.
  • In linea generale, il Femore è l'osso principale che si va ad articolare sia con la superficie posteriore della Rotula e sia con la estremità superiore della Tibia. Si hanno quindi due articolazioni nel Ginocchio: Femoro-rotulea e Femoro-tibiale.
  • Il Femore (Fig. 3) è l'osso della Coscia ed è il più lungo e pesante del corpo umano. Il corpo del femore appare cilindrico e leggermente arcuato. L'epifisi superiore è composta dalla Testa sferica che; dal Collo e da due protuberanze (Trocanteri) che permetto l'attacco dei muscoli. L'epifisi inferiore è composta dai condili laterale e mediale separati dalla incisura intercondiloidea che si articolano con la estremità superiore della Tibia.
  • La Tibia (Fig. 4) assieme al Perone, forma la struttura scheletrica della Gamba. E' più grande del Perone. La Tibia presenta un corpo allungato di forma vagamente triangolare noto come Stinco.  L'epifisi superiore è formata dai condili mediale e laterale mentre quella inferiore è meno pronunciata ed è formata dal Malleolo mediale.
  • La Rotula o Patella è il più grande osso sesamoide umano e si trova all'interno del tendine del Muscolo Quadricipite Femorale. Presenta una forma appiattita con una superficie convessa che si può sentire sotto la pelle. Tra la rotula e la pelle è presente una borsa che riduce la frizione e protegge l'osso quando avviene la flessione del Ginocchio. Attraverso il tendine rotuleo, la Rotula comunica con la Tibia.

Link correlati:

Quali sono le ossa del braccio?

Quali sono le ossa corte?

Quali sono le ossa piatte?

Dispense online e gratuite di Anatomia Umana

Quali sono le ossa del bacino?

Che cos'è il sistema scheletrico?

Studia con noi