chimica-online.it

Fenilidrazina

Proprietà e caratteristiche della fenilidrazina

Vuoi sapere che cos'è la fenilidrazina?

Vuoi conoscere le principali proprietà della fenilidrazina?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è la fenilidrazina e quali proprietà ha.

La fenilidrazina è un derivato fenilico dell'idrazina, di formula C6H5NHNH2 e seguente struttura:

Struttura chimica della fenilidrazina

Struttura chimica della fenilidrazina.

E' un liquido oleoso, incolore se distillato di fresco, che cristallizza in fogliette che fondono a 19,5 °C (la forma idrata fonde a 24 °C) e bolle a 243,5 °C; ha un leggero odore aromatico.

È una base dotata di forte potere riducente; esposta all'aria e alla luce si altera facilmente passando dal color giallo al rosso intenso.

Si conserva in recipienti ermeticamente chiusi e protetti dalla luce. E' velenosa, ha azione emolitica e produce eczemi a contatto con la pelle.

Reattività

La fenilidrazina reagisce con violenza con il solfuro di carbonio; tale reazione, a seconda dei casi, può essere impiegata per constatare la presenza o di solfuro di carbonio o di idrazina.

La reazione più importante delle arilidrazine consiste nella loro facoltà di reagire con il gruppo carbonilico (>C=O) di aldeidi e chetoni formando gli arilidrazoni, composti cristallini ad alto peso molecolare, poco solubili, facilmente identificabili dal loro punto di fusione:

>C=O + H2NNHC6H5 → >C=NNHC6H5 + H2O

Ti lasciamo infine con alcuni link che ti potrebbero interessare:

Proprietà e caratteristiche delle fenilendiammine

Caratteristiche del bifenile

Proprietà e caratteristiche del difenilmetano

Che cosa sono i coloranti azoici?

Proprietà e caratteristiche della benzidina

Che cos'è la betaina?

Studia con noi