chimica-online.it

Fenilendiammine

Proprietà e caratteristiche delle fenilendiammine

Vuoi sapere che cosa sono le fenilendiammine?

Vuoi conoscere le proprietà delle fenilendiammine?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cosa sono le fenilendiammine, quante sono e quali proprietà hanno.

Le fenilendiammine sono diammine aromatiche; hanno formula generale C6H4(NH2)2 ed esistono nelle tre forme isomere orto-, meta-, -para.

Hanno massa molare di 108,14 g/mol e presentano le seguenti strutture chimiche:

Fenilendiammine

orto-fenilendiammina

L'o-fenilendiammina, nota anche con il nome IUPAC di 1,2-diamminobenzene, si presenta in cristalli brunastri, alquanto velenosi, aventi temperatura di fusione di 102 °C e temperatura di ebollizione di 256 °C; si prepara per riduzione della o-nitroanilina ed è impiegata nella tintura dei capelli e delle pellicce.

meta-fenilendiammina

La m-fenilendiammina, nota anche con il nome IUPAC di 1,3-diamminobenzene, si presenta in cristalli incolori, aventi temperatura di fusione di 63 °C e temperatura di ebollizione di 287 °C; si prepara per riduzione del m-dinitrobenzene e ha grande importanza per la sintesi di coloranti azoici (per esempio Bruno di Bismarck).

para-fenilendiammina

La p-fenilendiammina, nota anche con il nome IUPAC di 1,4-diamminobenzene, si presenta in cristalli incolori molto velenosi aventi temperatura di fusione di 117 °C e temperatura di ebollizione di 267 °C; si prepara per riduzione della p-nitroanilina. Viene usata nella sintesi di coloranti, nella tintura delle pellicce e come sviluppatore fotografico.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Caratteristiche e produzione del nylon 6,6

Che cos'è la depolimerizzazione?

Classificazione delle fibre artificiali

Che cosa sono e a cosa servono gli acidi nucleici?

Studia con noi