chimica-online.it

Rocce eruttive

Che cosa sono le rocce eruttive?

Vuoi sapere cosa sono le rocce eruttive?

Vuoi sapere come si formano le rocce eruttive?

Se si continua con a lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti cosa sono le rocce eruttive e come si formano.

Le rocce eruttive sono rocce che derivano dal consolidamento di quelle masse fluide a temperatura assai elevata, di composizione molto complessa, che si trovano o si formano nell'interno della crosta terrestre, dette magmi eruttivi.

Questi ultimi possono:

  • solidificare per lento raffreddamento in loco o in zone meno profonde della litosfera, dando origine a rocce eruttive intrusive;
  • consolidarsi a profondità molto modeste come rocce ipoabissali;
  • effondere in superficie sotto forma di lave, dando luogo per raffreddamento a rocce eruttive effusive.

Le rocce intrusive si formano in seguito a un raffreddamento molto lento, (dovuto all'alta capacità termica della copertura), in condizioni di pressione molto elevata e costante, in presenza di grandi quantità di elementi volatili (detti anche elementi mineralizzatori), i quali agiscono come fondenti.

In relazione a tutti questi fattori esse presentano una struttura altamente cristallina e contengono anche minerali di bassa temperatura di formazione (ortoclasio, quarzo).

Le rocce intrusive costituiscono in genere corpi estesi di forma diversa (batoliti, ammassi, ecc.) che i geologi usano riunire sotto il nome di "plutoni".

Le rocce effusive, viceversa, solidificano in seguito a una rapida caduta della temperatura e della pressione e alla perdita pressoché totale dei componenti volatili; si trovano sotto forma di colate o ammassi di rocce piroclastiche.

Le cosiddette rocce ipoabissali e le filoniane, infine, strettamente analoghe dal punto di vista strutturale, presentano entrambe caratteri intermedi fra quelli delle rocce intrusive ed effusive.

Differiscono dalle rocce effusive perché hanno di solito una giacitura di tipo intrusivo, sono prive di sostanza vetrosa e non presentano una tessitura vacuolare.

Rispetto alle rocce intrusive si differenziano, viceversa, perché formano corpi di dimensioni relativamente modeste, spesso localizzati in zone poco profonde, e hanno una struttura nettamente meno cristallina.

Non sempre esiste una distinzione netta fra le varie categorie di rocce sopra descritte; l'attribuzione di una roccia a una categoria piuttosto che a un'altra deve essere fatta sul terreno, in base soprattutto al tipo di giacitura.

Tra le rocce intrusive ricordiamo: anortosite, diorite, dunite, foidolite, gabbro, granito, monzonite, peridotite, sienite, tonalite.

Tra le rocce effusive ricordiamo: andesite, basalto, basanite, boninite, carbonatite, dacite, domite, dunite, fonolite, ignimbrite, latite, nefelinite, ossidiana, picrite, pomice, porfido, riolite, trachite.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è l'erosione?

Cosa studia la geocronologia?

Che cosa sono le costruzioni antisismiche?

Che cos'è il diapirismo?

Che cos'è il Flysch?

Che cos'è una faglia?

Che cos'è il diastrofismo?

Che cos'è la fosforite?

Che cosa sono i geyser?

Studia con noi