chimica-online.it

Erosione

Che cos'è l'erosione?

Vuoi sapere che cos'è l'erosione?

Vuoi sapere quando si ha erosione?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è l'erosione e quando la si ha.

Con il termine erosione si intende ogni forma di smantellamento della superficie terrestre a opera di una serie di fattori (detti agenti dell'erosione o forze esogene) quali le acque correnti, il vento e i ghiacciai.

E' fondamentale distinguere i processi statici di frammentazione chimico-fisica delle rocce, indicati più propriamente con il termine di degradazione, da quelli dinamici di rimozione e trasporto dei detriti specifici dell'erosione.

I più importanti agenti dell'erosione sono:

1) l'acqua;

2) il vento;

3) i ghiacciai.

Vediamoli nel dettaglio.

1) L'acqua interviene nei processi erosivi sotto quattro diverse forme:

  • pioggia (azione dilavante e chimica);
  • corsi d'acqua (ruscelli, torrenti, fiumi);
  • acque particolarmente ricche di CO2 (nelle regioni carsiche) o altre sostanze chimiche;
  • acqua sotto forma di onde e di correnti negli oceani, mari e grandi laghi (azione sia meccanica sia chimica).

2) Il vento agisce da solo o coadiuvato dai frammenti rocciosi che trasporta; il fenomeno di degradazione ed erosione meccanica delle rocce che esso determina viene chiamato corrosione.

Quest'ultima è particolarmente intensa nelle regioni con scarsa vegetazione come nei deserti e in certi litorali. Le rocce esposte a tale azione subiscono un'intensa "smerigliatura", assai evidente sui blocchi che giacciono al suolo.

3) I ghiacciai agiscono con la massa, con il moto e anche con il materiale che trasportano e trascinano.

Questi tre gruppi di agenti erosivi non solo strappano dalla superficie terrestre quantità variabili di detriti, che in seguito trasportano e depositano, ma provvedono anche allo sminuzzamento di tale materiale detritico.

I processi erosivi, paragonati agli altri processi che agiscono sulle forme del rilievo (eccettuati quelli vulcanici), sono molto più rapidi e profondi nella loro azione. Il più attivo fattore dell'erosione è rappresentato dai corsi d'acqua.

L'erosione è molto estesa sulla superficie terrestre e agisce con un'intensità che è funzione del clima. Le regioni con azione erosiva più accentuata e rapida sono quelle equatoriali, tropicali umide e temperate.

Oltre ai fattori climatici hanno particolare influenza sull'erosione i fattori litologici, cioè la natura chimica delle rocce, e infine i fattori strutturali, cioè la struttura geologica della regione (strutture a pieghe, strutture fagliate, ecc.).

Considerazioni generali sull'erosione

L'erosione ha provocato e provoca notevoli danni per l'umanità (asportazione del terreno agrario fertile, cambiamento di letto dei corsi d'acqua, distruzione di strutture costruite dall'uomo), ma in certi casi è stata anche utile, asportando materiali inutilizzabili, spianando vaste aree e rendendo la terra adatta alla coltivazione.

Purtroppo l'uomo con la sua attività (taglio di boschi, costruzione di strade, ecc.) ha spesso facilitato e affrettato l'azione erosiva, rendendola disastrosa e provocando la cosiddetta erosione accelerata.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Come si forma una duna di sabbia del deserto?

Che cos'è e come è strutturato un altopiano?

Che cos'è una falda acquifera?

Che cos'è il carsismo e come si origina?

Che cos'è la climatologia?

Che cos'è l'eustatismo?

Che cos'è un deserto?

Che cos'è una faglia?

Studia con noi