chimica-online.it

Elastomeri

Che cosa sono gli elastomeri?

Vuoi sapere che cosa sono gli elastomeri?

Vuoi sapere come si ottengono gli elastomeri?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cosa sono gli elastomeri e come possono essere ottenuti.

Gli elastomeri sono quei polimeri naturali o sintetici che possiedono il comportamento caratteristico della gomma elastica e cioè:

1) sotto sforzo possono subire un allungamento da 1 a 10 volte e più;

2) per allungamenti anche elevati mostrano bassi valori di modulo di Young e quando sono stirati completamente hanno un elevato carico di rottura; questi valori diminuiscono col crescere della temperatura;

3) cessato lo sforzo ritornano molto rapidamente allo stato iniziale;

4) il ritorno alle dimensioni primitive è praticamente completo per cui si ha rilassamento minimo, bassa deformazione permanente e l'energia assorbita è restituita quasi completa.

Gli elastomeri di solito vengono vulcanizzati, cioè reticolati in modo da avere ancora una certa mobilità delle catene, ma limitata. Questa mobilità è maggiore quando ci si trova a temperatura superiore a quella di transizione vetrosa.

Sovente gli elastomeri sono amorfi allo stato di riposo e assumono una certa cristallinità quando sono stirati.

Il costituente fondamentale della gomma naturale è l'isoprene; la sua elasticità dipende dalla modalità di unione delle molecole di questo.

La polimerizzazione nella forma cis dà la gomma naturale; nella forma trans dà la balata (o guttaperca).

Rappresentazione del modello molecolare del cis-1,4-poilisoprene che, rispetto al trans-1,4-poliisoprene, differisce solo per la disposizione dei gruppi metilici. Gli studi di diffrazione ai raggi X hanno confermato che il cis-1,4-poilisoprene è presente nella gomma naturale alla quale conferisce le particolari doti di elasticità.

Alla categoria degli elastomeri appartengono le gomme sintetiche derivate dall'isoprene o da idrocarburi della stessa famiglia (butadiene), polimerizzati da soli o insieme a stirene o acrilonitrile; essi sono vulcanizzabili con zolfo.

Si possono ottenere anche polimeri stereoregolari con i catalizzatori del tipo Ziegler-Natta.

Interessanti sono anche i copolimeri stereospecifici etilene-propilene.

Esistono sostanze elastomere derivate da poliesteri e isocianati, come pure prodotti a base di catene di macromolecole non sature capaci di formare ponti in assenza di zolfo (reticolazione) quali le gomme poliacriliche e siliconiche.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Caratteristiche e produzione del nylon

Caratteristiche e produzione della polipropilene

Preparazione e usi del polistirene espanso

Studia con noi