chimica-online.it

Poliesteri

Che cosa sono i poliesteri?

Con il termine di poliesteri si intende una serie di polimeri sintetici ottenuti dalla policondensazione di acidi policarbossilici con polioli.

I poliesteri contengono pertanto il gruppo estere:

Esistono vari tipi di poliesteri: saturi, insaturi, lineari, ramificati o reticolati. Possono essere sia termoplastici che termoindurenti.

I poliesteri saturi sono polimeri lineari ottenuti dalla policondensazione a 200°C di acidi bicarbossilici (come ad esempio l'acido malonico, l'acido succinico, l'acido adipico) con dioli (come ad esempio il glicole etilenico o il glicole propilenico).

Si presentano come liquidi o solidi a basso punto di fusione; sono solubili nei solventi organici.

Nel campo delle fibre sintetiche il poliestere maggiormente utilizzato è il polietilentereftalato (PET).

Esso viene ottenuto dalla esterificazione del glicole etilenico (1,2-etandiolo) con l'acido tereftalico (acido 1,4-benzendicarbossilico).

La reazione può essere schematizzata nel seguente modo:

sintesi del PET

Sintesi del PET (polietilentereftalato).

Questi poliesteri (termoplastici) vengono impiegati nella produzione di:

  • pellicole per imballaggio;
  • bottiglie a tenuta di gas;
  • film sottilissimi e trasparenti per nastri magnetici;
  • avvolgimenti per cavi telefonici;
  • isolatori elettrici.

I poliesteri insaturi contengono invece al loro interno dei doppi legami carbonio-carbonio -C=C- o dei tripli legami -C≡C-.

Si ottengono miscelando un acido bicarbossilico insaturo e un un glicole (diolo).

Studia con noi