chimica-online.it

Pentano

Proprietà e caratteristiche del pentano

Con il termine di pentano si intende una serie di idrocarburi saturi a cinque atomi di carbonio di formula bruta C5H12.

Esistono tre isomeri di struttura del pentano il più importante dei quali è il n-pentano (si legga normal-pentano); gli altri due sono il 2-metilbutano e il 2,2-dimetilpropano.

Il n-pentano è un liquido incolore e volatile avente la seguente formula di struttura:

CH3-CH2-CH2-CH2-CH3

Ha massa molare di 72,15 g/mol, punto di fusione di -129,7°C, punto di ebollizione di 36,1°C e in condizioni standard ha densità pari a 0,63 g/cm3.

E' una tipica sostanza idrofoba in quanto non può essere sciolta in acqua ma può invece essere sciolta nei solventi apolari.

E' inoltre una sostanza infiammabile, ovvero è una sostanza che, se portata ad una temperatura superiore a quella di autoaccensione (temperatura di autoaccensione = temperatura minima richiesta per iniziare o autosostenere la combustione; per il penatno vale 285°C) brucia con sviluppo di fiamma.

combustibile

Simbolo di una sostanza infiammabile (nuovi pittogrammi).

Il pentano brucia all'aria secondo la seguente equazione chimica:

C5H12 +8 O2 → 5 CO2 + 6 H2O

Preparazione e reazioni del n-pentano

Il n-pentano viene ottenuto nelle frazioni più leggere della distillazione frazionata del petrolio.

Viene ottenuto anche dai prodotti di cracking e di reforming catalitico del petrolio greggio.

Le reazioni chimiche del n-pentano sono quelle tipiche degli alcani.

Usi del n-pentano

Il n-pentano viene impiegato principalmente come solvente organico.

Studia con noi