chimica-online.it

Deserto

Che cos'è un deserto?

Vuoi sapere che cos'è il deserto?

Vuoi sapere da cosa è caratterizzato il deserto?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è il deserto e da cosa è caratterizzato.

Il deserto è definito come un'area della superficie terrestre caratterizzata da estrema aridità e quindi da estrema rarefazione della vegetazione.

Da un punto di vista climatico il deserto può essere definito come la zona in cui l'entità delle precipitazioni è sempre minore della potenziale evaporazione.

Oltre all'aridità, a determinare tale paesaggio contribuiscono anche la forte insolazione, l'alta pressione barometrica, la presenza di venti, la scarsa umidità atmosferica, causa diretta di forti escursioni termiche diurne.

Morfologia del deserto

Per comprendere la dinamica della morfologia desertica è necessario tenere presente il ciclo erosivo delle regioni aride.

1) Fase giovanile

Nel periodo iniziale di sviluppo, i rilievi montuosi che si trovano nell'area desertica o in quella contigua vengono smantellati e incisi da gole profonde che versano depositi nei vicini bacini o nelle depressioni, mentre l'erosione viene accelerata dagli infrequenti ma violenti acquazzoni.

Col lento recedere dei fronti dei rilievi sotto l'azione erosiva dell'atmosfera e delle piogge torrenziali, si vengono a formare le falde di detrito che aumentano di superficie nell'ultima parte della fase giovanile. La tendenza generale durante questa fase iniziale è di ridurre il rilievo.

2) Fase matura

La fase matura inizia con lo sviluppo del drenaggio esterno o della cattura dei bacini più elevati da parte di quelli più bassi.

I depositi della fase giovanile vengono a loro volta erosi e le falde di detrito si sviluppano in ampiezza, ricoprendo non solo i resti delle montagne originarie ma anche i depositi dei bacini catturati.

I rilievi vengono così attaccati ancora più a fondo finché si sviluppano solchi che li attraversano completamente.

I rilievi, dilavati dalle acque ed erosi dai venti e dal sole, si riducono alle dimensioni di una bassa collina, chiamata butte.

Dove i venti sono turbolenti e sono disponibili grandi quantità di sabbia, si sviluppano aree coperte di dune, dette erg.

3) Fase senile

I rilievi originari si sono tanto ridotti di altezza che il vento passa sopra di essi senza quasi lasciar traccia di umidità, e le piogge diventano perciò ancora più rare.

Grandi distese di rocce nude erose dal vento (hamada) sono sormontate da qualche rara montagna più resistente che si erge solitaria sul deserto.

L'erosione riduce le buttes a bornhardt, che rappresentano l'ultimo stadio di un altopiano.

Il colore del materiale roccioso che forma i deserti, a causa delle patine di ossidi di ferro e manganese, può essere bruno con gradazioni che raggiungono il nero.

Le sabbie sollevate dal vento possono formare grandi superfici a dune. Se non ci sono ostacoli che arrestino il movimento della sabbia o che alterino la forza del vento, la sabbia può muoversi a strati, formando estensioni pianeggianti od ondulate.

I rilievi lentamente decrescono in quest'ultima fase. Il risultato finale dell'erosione del deserto, come quello di ogni processo erosivo, é il penepiano.

Le oasi: caratteristiche dell'ambiente desertico

Le oasi ricche di vegetazione lussureggiante, come quella rappresentata nella figura seguente, sono caratteristiche dell'ambiente desertico.

Oasi di Huacachina nel deserto di Atacama (Perù).

Le oasi si sviluppano quando le falde acquifere sotterranee, che sono normalmente sepolte a una grande profondità, si approssimano alla superficie topografica; questo ravvicinamento può avvenire sia per innalzamento della falda idrica sia per abbassamento della superficie topografica stessa.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Qual è la differenza tra mare e oceano?

Che cosa è il carotaggio e come lo si ottiene?

Che cos'è un calanco?

Che cos'è il carsismo e come si origina?

Che cosa sono i teropodi?

Che cos'è un fiordo?

Che cos'è la fauna terrestre?

Che cos'è l'eocene?

Studia con noi