chimica-online.it

Carica di condensatori in un circuito

Esercizio sul calcolo della carica di condensatori in un circuito elettrico

Sia dato il circuito in figura:

Carica di condensatori in un circuito

Le capacità dei condensatori sono rispettivamente di C1 = 20 pF, C2 = 40 pF, C3 = 30 pF e C4 = 60 pF.

Si sa che la carica sul condensatore 1 vale 200 pC.

Calcolare la differenza di potenziale ∆V del sistema e la carica presente su ogni condensatore presente nel circuito.

Svolgimento

Nel circuito elettrico riportato in figura sono presenti 4 condensatori di capacità nota.

I condensatori 1 e 3 sono collegati tra di loro in parallelo, così come i condensatori 2 e 4. I due paralleli sono a loro volta collegati tra di loro in serie.

Iniziamo col riportare i dati forniti e riportiamoli in unità di misura del Sistema Internazionale:

C1 = 20 pF = 20 ∙ 10-12 F

C2 = 40 pF = 40 ∙ 10-12 F

C3 = 30 pF = 30 ∙ 10-12 F

C4 = 60 pF = 60 ∙ 10-12 F

Q1 = 200 pC

Sappiamo che la capacità C di un condensatore è pari a:

C = Q / V

da cui:

V = Q / C

Calcoliamo dunque la tensione ai capi delle armature del condensatore 1:

V1 = Q1/C1 = 200/20 = 10 V

La tensione sul condensatore 3 sarà la medesima di quella presente sul condensatore 1, in quanto collegati in parallelo:

V3 = V1 = 10 V

La capacità equivalente tra i due condensatori 1 e 3 è pari a:

C13 = C1 + C3 = 20 pF + 30 pF = 50 pF

Per cui la carica totale che si distribuisce tra i due condensatori vale:

Q13 = V1 ∙ C13 = V3 ∙ C13 = 10 ∙ 50 ∙ 10-12 = 500 pC

Ora risulta che:

Q13 = Q1 + Q3

Per cui la carica sul condensatore 3 vale:

Q3 = Q13 - Q1 = 500 – 200 = 300 pC

La capacità equivalente dei due condensatori 2 e 4 vale:

C24 = C2 + C4 = 40 pF + 60 pF = 100 pF

Tale capacità equivalente, essendo collegata in serie alla capacità equivalente C13 ricavata di prima, possiederà la stessa carica dell’altro gruppo di condensatori:

Q13 = Q24 = 500 pC

Per cui tutto il circuito può essere schematizzato come un unico condensatore di capacità equivalente pari a:

Ceq = C13 ∙ C24 / (C13 + C24) = 50 ∙ 100 / (50 + 100) = 33,33 pF

La carica presente su tale capacità è quella presente in ogni gruppo di due condensatori:

Q = 500 pC

Dunque la tensione ∆V applicata alla capacità equivalente dell’intero circuito vale:

∆V = Q/Ceq = 500/33,33 = 15 V

Questa differenza di potenziale si ripartisce tra i due gruppi C13 e C24. Conosciamo già la ddp tra i condensatori 1 e 2 che vale:

V13 = 10 V

e come abbiamo appena detto:

∆V = V13 + V24

Dunque risulta che:

V24 = ∆V – V13 = 15 – 10 = 5 V

Dunque la ddp sui condensatori 2 e 4 vale 8 V. Allora le rispettive cariche valgono:

Q2 = V2 ∙ C2 = 5 ∙ 40 ∙ 10-12 F = 200 pC

Q4 = V4 ∙ C4 = 5 ∙ 60 ∙ 10-12 F = 300 pC

Ricapitolando dunque la differenza di potenziale ∆V  sull’intero circuito vale 15 V mentre le cariche su ogni condensatore valgono rispettivamente 200 pC, 200 pC, 300 pC e 300 pC.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Esercizi online e gratuiti sui condensatori

Esercizio svolto e commentato sulla capacità di un condensatore

Collegamento di due o più condensatori in serie

Esercizio sul calcolo della tensione V di due condensatori in parallelo

Esercizio sul collegamento in serie di due condensatori

Calcolo della capacità equivalente di un sistema formato da tre condensatori

Che cos'è un trasformatore ideale?

Studia con noi