chimica-online.it

Effetto termoionico

Che cos'è l'effetto termoionico?

L’effetto termoionico è un fenomeno per cui un metallo riscaldato ad una temperatura sufficientemente alta inizia ad emettere elettroni (termoioni) presenti sulla sua superficie.

Questo avviene perché l’energia fornita attraverso il riscaldamento fa aumentare l’energia cinetica media dei portatori di carica, cioè gli elettroni.

Quando questi acquisiscono un’energia maggiore del lavoro di estrazione possono uscire dal metallo.

effetto termoionico

Utilizzi dell'effetto termoionico

L’effetto termoionico è sfruttato nei tubi a raggi catodici in cui un filamento di tungsteno incandescente serve a far emettere elettroni che opportunamente accelerati da un campo elettrico e deviati colpiscono uno schermo su cui formano l’immagine.

Ovviamente all’interno di un tubo catodico va fatto il vuoto in quanto gli elettroni non potrebbero altrimenti viaggiare per una distanza rilevante a causa della presenza dell’aria.

In generale in molti esperimenti scientifici in cui si utilizzano gli elettroni come “proiettili” si sfrutta l’effetto termoionico per l’estrazione degli stessi.

Link correlati:

Che cos'è l'effetto Seebeck?

Esercizio svolto e commentato sull'effetto Volta

Esercizio svolto e commentato su circuito LC

Calcolo della differenza di potenziale elettrico tra due metalli

Che cos'è una termocoppia?

Esercizio sul calcolo dell'induttanza in un circuito LC

Che cos'è un circuito RLC?

Che cos'è l'effetto Volta?

Esercizi svolti e commentati sui circuiti elettrici

Spiegazione su come si risolve un circuito elettrico

Studia con noi