chimica-online.it

Avvolgimento elettrico

Che cos'è un avvolgimento elettrico?

Si definisce avvolgimento elettrico ogni circuito che si avvolge in bobine o spire attorno ai nuclei magnetici di macchine e apparecchiature elettriche per il concatenamento a un campo magnetico, induttore o indotto.

Esistono due tipi fondamentali di avvolgimenti elettrici: gli avvolgimenti magnetizzanti per apparecchiature e macchine elettriche statiche e gli avvolgimenti per macchine elettriche rotanti.

Avvolgimenti magnetizzanti

Gli avvolgimenti per l'eccitazione di elettromagneti, relè, teleruttori e simili sono formati di un conduttore in rame, isolato con carta, cotone, smalto, vernice, vetro, o loro combinazioni, in modo da ottenere un isolamento avente elevata rigidità dielettrica e piccolo ingombro, poiché le bobine devono di solito presentare dimensioni ridotte.

relè

Relè.

Quasi tutti i conduttori oggi in uso sono di rame elettrolitico, ricotto e isolato; occasionalmente si aggiungono piccole quantità di argento per migliorare la resistenza a trazione a elevata temperatura.

La scelta dell'isolante dipende invece dalla temperatura di lavoro per la quale si progetta l'apparecchio o la macchina.

Avvolgimenti per macchine elettriche rotanti

Gli avvolgimenti per macchine elettriche rotanti, costituiti, come quelli magnetizzanti, da conduttori con rivestimento isolante, possono essere suddivisi in due gruppi: avvolgimenti di indotto (o di armatura) e avvolgimenti di induttore (o di eccitazione o di campo).

L'avvolgimento di indotto è quello in cui viene generata la forza elettromotrice (f.e.m.) di induzione a seguito della rotazione del rotore; esso è percorso dalla corrente principale della macchina che viene chiamata anche corrente d'indotto o di armatura.

L'avvolgimento di eccitazione è quello destinato a creare il campo magnetico nel traferro; esso è percorso da una corrente ausiliaria che prende il nome di corrente di eccitazione.

Gli avvolgimenti sono situati sullo statore e sul rotore: nelle macchine per corrente continua (generatori e motori) l'avvolgimento d'indotto, essendo collegato alle lamelle del collettore, è montato sul rotore; l'avvolgimento di eccitazione è montato invece sui poli dello statore.

Nelle macchine sincrone per corrente alternata (generatori e motori) si ha normalmente l'avvolgimento di indotto sullo statore e l'avvolgimento di eccitazione sul rotore.

Infine, nelle macchine a induzione (generatori e motori) non si può fare una netta distinzione tra avvolgimenti di indotto e di eccitazione, poiché lo stesso avvolgimento in genere è percorso dalla corrente principale della macchina e crea nello stesso tempo il campo magnetico; quindi gli avvolgimenti del motore a induzione vengono di solito indicati come avvolgimento di statore e avvolgimento di rotore; il che non esclude che talvolta si parli di avvolgimento di indotto, riferendosi a quello collegato alla rete di distribuzione, che in generale è l'avvolgimento di statore.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è una carica puntiforme?

Che cos'è un bipolo?

Che cosa è e cosa studia l'elettronica?

Che cos'è il fasometro?

Studia con noi