chimica-online.it

Globuline

Che cosa sono le globuline?

Le globuline sono una classe molto varia di proteine semplici ampiamente distribuita negli animali e nelle piante.

Il termine "globuline" è usato almeno con tre differenti significati:

1) per denotare proteine che sono insolubili al loro punto isoelettrico a forza ionica sufficientemente bassa, ma si sciolgono a forza ionica più alta o a valori di pH maggiori o minori;

2) per indicare proteine precipitate con solfato d'ammonio saturo al 50%;

3) per designare proteine con una mobilità elettroforetica minore di quella dell'albumina.

Nessuna di queste definizioni comprende esattamente la stessa classe di proteine delle altre; è importante perciò, quando il termine "globuline" è usato, tener presente il contesto che dà significato al termine stesso.

La definizione più usata nella letteratura è la seconda fra quelle elencate, in accordo con la quale la frazione di globuline che precipita in una soluzione di solfato d'ammonio satura fra il 28-33% comprende le euglobuline, mentre le rimanenti proteine, che sono pure leggermente solubili in acqua, sono dette pseudoglobuline.

In realtà questo tipo di caratterizzazione basata sulle proprietà di solubilità ha valore solo come definizione operativa, non essendo correlabile ad alcuna base strutturale.

Globuline nel regno animale e vegetale

Negli animali le globuline si trovano nel citoplasma di tutte le cellule, ma principalmente nel plasma sanguigno, nel latte, nei muscoli, nel liquido seminale e nelle uova; nelle piante sono essenzialmente depositate come materiale proteico di riserva all'interno dei semi.

Probabilmente ci sono più varietà di globuline che di ogni altra classe di proteine ed è perciò comprensibile come le proprietà chimiche e chimico-fisiche delle globuline varino ampiamente.

Esse contengono tutti i comuni amminoacidi, e sono relativamente ricche in acido glutammico e aspartico; inoltre numerose globuline contengono carboidrati e, nel plasma sanguigno, sono spesso associate a lipidi.

La loro architettura complessiva è globulare; il peso molecolare delle globuline è molto vario ed è compreso tra 40.000 e un milione di uma.

Fra le globuline vegetali, le più note e meglio caratterizzate sono l'arachina e la conarachina delle arachidi, l'edestina dei semi di canapa, la vicillina dei piselli e l'amandina delle mandorle.

Negli animali si ricordano il fibrinogeno e le γ-globuline nel plasma sanguigno, le miosine nei muscoli, la lattoglobulina nel latte (ma non in quello di donna), le ovoglobuline e il lisozima nell'albume delle uova degli uccelli.

Nell'uomo, oltre alle globuline normali, ne esistono alcune associate a stati patologici.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è il pool genico?

Che cosa sono le mutazioni genetiche?

Che cosa sono i retrovirus?

Studia con noi