chimica-online.it

Differenza tra acciaio e ghisa

Qual è la differenza tra acciaio e ghisa?

Acciaio e ghisa sono materiali spesso confusi tra loro, tanto che talvolta non è possibile coglierne la reale differenza; in questa pagina vedremo pertanto la differenza che c'è tra tra acciaio e ghisa.

Differenza tra acciaio e ghisa nella composizione chimica

Ghisa e acciaio sono leghe metalliche ferro-carbonio; ciò significa che entrambi i metalli sono costituiti prevalentemente da ferro e carbonio. La differenza tra le due leghe è nella percentuale di carbonio in esse presenti.

La ghisa è una lega metallica costituita da ferro e carbonio, con un tenore di carbonio superiore al 2,06% e inferiore al 6,67% (che è il valore di saturazione).

L'acciaio invece è sempre una lega metallica costituita da ferro e carbonio, ma il tenore di carbonio è inferiore al 2,06% (nelle comuni applicazioni il tenore di carbonio degli acciai è compreso tra il 0,2% e l'1%).

Mappa concettuale ghisa e acciaio

Come vengono ottenuti gli acciai e le ghise?

Le ghise vengono ottenute per riduzione nell'altoforno dei minerali del ferro (Fe2O3 - ematite, Fe3O4 - magnetite, FeOOH - limonite) mediante carbon coke.

Schema di un altoforno

Schema di un altoforno per la produzione della ghisa.

Gli acciai vengono invece prepararti a partire dalla ghisa mediante un processo noto come affinazione, che consiste sostanzialmente nel diminuire il tenore di carbonio presente nella ghisa. Per ulteriori info si veda: produzione degli acciai.

Differenza tra acciaio e ghisa nelle proprietà tecnologiche e meccaniche

Le ghise rispetto agli acciai hanno una più alta resistenza meccanica, durezza, fragilità, temprabilità, colabilità e resistenza all'usura e una più bassa malleabilità, saldabilità, tenacità e duttilità. Rispetto agli acciai le ghise hanno inoltre un più basso punto di fusione.

Link correlati:

Qual è la differenza tra ferro e acciaio?

Che cos'è la ghisa bianca?

Studia con noi