chimica-online.it

Protone

Protone: caratteristiche e proprietà

Il protone corrisponde alla più piccola carica elettrica positiva esistente libera in natura e rappresenta pertanto il quanto di elettricità positiva; con il neutrone è la particella fondamentale di ogni nucleo atomico.

Il numero di protoni presenti nel nucleo di un atomo corrisponde al valore del numero atomico dell'elemento a cui l'atomo appartiene.

atomo

I protoni sono collocati nel nucleo dell'atomo

La scoperta del protone viene generalmente attribuita a E. Rutherford ma il primo ad averne ipotizzato l'esistenza fu il fisico tedesco E. Goldstein. 

Egli, nei suoi esperimenti, utilizzò un tubo di Crookes leggermente modificato; in questo caso il catodo, che occupava una posizione centrale era forato in diverse punti e il tubo era riempito con un gas rarefatto.

Goldstein notò dietro al catodo una luminescenza che egli ipotizzò provocata da particelle cariche positivamente (raggi anodici o raggi canale) che si muovevano con movimento opposto rispetto ai raggi catodici.

Egli suppose che gli elettroni emessi dal catodo, urtassero le particelle del gas presenti all'interno del tubo.

In quest'urto riuscivano a strappare elettroni alle particelle del gas, trasformandole così in particelle cariche positivamente che venivano attratte dal catodo.

protone

Oggi sappiamo che la carica elettrica del protone è uguale (ma di segno contrario) alla carica dell'elettrone cioè a 1,602·10-19 C (Coulomb); la massa a riposo del protone è pari a 1,672·10-27 Kg (= 938 MeV).

Ti potrebbe interessare

Come si realizza l'elettrizzazione per strofinio?

Studia con noi