chimica-online.it

Eiettore

Come funziona un eiettore a vapore?

Vuoi sapere che cos'è un eiettore?

Vuoi conoscere il principio di funzionamento di un eiettore?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è un eiettore a vapore e come funziona.

Un eiettore a vapore è un apparecchio con cui si sfrutta l'energia cinetica di un getto di vapore per produrre una depressione che viene utilizzata in genere per estrarre un fluido comprimibile da un ambiente in depressione e mandarlo all'atmosfera.

Principio di funzionamento di un eiettore

L'eiettore è essenzialmente costituito da un ugello convergente (2) alimentato dal vapore vivo e da un boccaglio (3) che permette l’ingresso del fluido motore.

eiettore

All'uscita dell'ugello la corrente di vapore in pressione si espande, raggiungendo velocità piuttosto elevate e l'aria o il gas (insieme al proprio vapore di saturazione) affluenti di lato (1) all'uscita dell'ugello vengono trascinati, principalmente per attrito, dal getto di vapore.

L'impulso trasmesso dal getto di vapore fa aumentare la quantità di moto del fluido estratto, fluido che si mescola con il vapore motore: la miscela ottenuta percorre allora la sezione convergente del tubo di Venturi, nel punto più stretto del quale si completa il trasferimento di energia.

La miscela di gas e di vapore passa nel tratto divergente (5), diminuendo di velocità e aumentando corrispondentemente di pressione e di entalpia.

Impieghi dell'eiettore a vapore

Eiettori a vapore sono usati per mantenere il vuoto in apparecchi nei quali avviene l'evaporazione o la condensazione di un fluido.

A causa della sua semplicità, compattezza, basso costo e sicurezza di esercizio, l'eiettore è preferito spesso alle pompe volumetriche meccaniche per rimuovere l'aria dai condensatori al servizio delle turbine a vapore.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Come funziona una pompa?

Che cosa è l'aerodinamica?

Studia con noi