chimica-online.it

Pompa

Come funziona una pompa?

La pompa è una macchina operatrice impiegata per spostare fluidi comprimibili (ad esempio gas e vapore) o incomprimibili (liquidi).

Quelle da vuoto sono spesso utilizzate nei laboratori di chimica.

Nella pratica con il termine di pompe sono indicate sia le macchine operatrici idrauliche atte a sollevare o spingere un liquido che le macchine operatrici pneumatiche atte a comprimere o rarefare un gas; queste ultime sono dette compressori e aspiratori.

Grandezze caratteristiche di una pompa per liquidi sono:

  • la prevalenza, cioè l'altezza massima alla quale la pompa può sollevare il liquido pompato;
  • la portata, cioè la quantità di liquido pompato nell'unità di tempo.

I principali tipi di pompe sono:

  • le pompe alternative;
  • le pompe centrifughe;
  • le pompe assiali;
  • le pompe rotative;
  • le pompe a pressione di fluido.

Pompe alternative

Il funzionamento delle pompe alternative si basa sulla variazione di volume generata dal moto alternativo di un pistone all'interno di un cilindro; si distinguono in pompe aspiranti e pompe aspiranti-prementi.

Pompe centrifughe

Le pompe centrifughe sono essenzialmente costituite da una ruota a palette (o girante), generalmente di bronzo duro o di ghisa, che ruota a elevata velocità in una camera chiusa (costituita da una carcassa di ghisa) comunicante al centro con la tubazione d'aspirazione attraverso il distributore (elemento di guida del liquido) e alla periferia con la tubazione di mandata attraverso il diffusore.

La girante, posta in rotazione da un motore (elettrico, a combustione interna, turbina), trascina in rotazione, mediante le palette, il liquido, imprimendogli una forza centrifuga che dà luogo a una depressione nel distributore e a una pressione nel diffusore; in tal modo il liquido viene aspirato dalla tubazione d'aspirazione e pompato in quella di mandata.

Nella forma più elementare, le pompe centrifughe possono essere così rappresentate:

pompa centrifuga

Pompe assiali

Le pompe assiali sono caratterizzate da prevalenze limitate ed elevate portate, e quindi particolarmente usate negli impianti di bonifica o per il sollevamento di acque luride.

Pompe rotative

In questo tipo di pompe l'aspirazione e la compressione sono realizzate da elementi rotanti a elevate velocità all'interno di una camera posta in comunicazione con la tubazione di aspirazione e con quella di mandata; la rotazione di tali elementi dà luogo a un aumento di volume della camera di aspirazione e a una riduzione di volume della camera di mandata.

Possono essere a uno, due o tre alberi e trovano impiego per il pompaggio di liquidi densi e viscosi (oli, in particolare).

Pompe a pressione di fluido

In questo tipo di pompe un fluido (aria, acqua o vapore) agisce direttamente sul liquido da pompare, senza alcun intermediario e senza parti in movimento.

Tipi principali sono:

  • la pompa ad aria compressa (o emulsore);
  • la pompa a vapore;
  • la pompa a pressione d'acqua.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Come funziona un eiettore a vapore?

Studia con noi