chimica-online.it

Catecolo

Caratteristiche del catecolo

Il catecolo, noto anche con il nome di pirocatecolo, pirocatechina o di 1,2- diidrossibenzene (nome IUPAC) è un composto organico con formula bruta C6H6O2.

E' una sostanza caustica e tossica, con spiccate proprietà riducenti.

In presenza di cloruro ferrico dà una colorazione verde.

Il catecolo si presenta come solido cristallino incolore che all'aria imbrunisce. Ha massa molare di 110,11 g/mol, temperatura di fusione di 105°C, temperatura di ebollizione di 246°C e densità di 1,34 g/cm3.

Presenta la seguente struttura:

Catecolo

Catecolo.

Alla temperatura di 20°C la sua solubilità in acqua è pari a 450 g/L.

La blanda ossidazione del catecolo porta al rispettivo chinone (o-benzochinone).

Origine del nome

Il catecolo deve il suo nome al fatto di essere stato ottenuto originariamente per distillazione del legno di una specie di palma - originaria dell'India e della Malesia - nota con il nome di Areca catechu.

Usi del catecolo

Il catecolo viene impiegato come sviluppatore fotografico. In tali applicazioni, rispetto ad altre sostanze presenta notevoli vantaggi:

  • risente poco dell'azione della temperatura;
  • dà immagini molto limpide di tono bruno;
  • sviluppa a fondo le ombre;
  • evita il rigonfiamento della gelatina.

Ormoni di natura catecolaminica

L'anello fenolico 1,2-diidrossibenzene tipico del catecolo è presente in una serie di composti a elevata attività biologica noti con il nome di catecolamine. Tra essi ricordiamo: l'adrenalina, la noradrenalina e la dopamina.

Studia con noi