chimica-online.it

Organogenesi

Che cos'è l'organogenesi?

L'organogenesi è l'insieme dei fenomeni di sviluppo embrionale che portano alla comparsa e all'evoluzione morfologica e funzionale di ciascun organo e sistema di un animale.

Ogni organismo pluricellulare è infatti costituito da parti distinte, sia dal punto di vista anatomico, macroscopico e microscopico, sia dal punto di vista funzionale.

Tali parti, che sono appunto gli organi, derivano da regioni presuntive organoformatrici, ben individualizzate, dell'embrione precoce.

Dapprima esse hanno costituzione molto semplice, quale quella di un foglietto embrionale (ectoderma, mesoderma o endoderma) e si differenziano con la gastrulazione.

Da una regione di tali foglietti ha origine il primitivo abbozzo di un dato organo; successivamente entrano a far parte di tale organo elementi migrati da altri foglietti.

Gli organi a completo sviluppo hanno infatti struttura complessa. Essi sono costituiti da elementi specifici, i quali possono anche avere origine diversa (ad esempio, la mucosa e la muscolatura dell'intestino, lo smalto e la dentina dei denti, la retina, il cristallino e la coroide dell'occhio, ecc.) e da elementi aspecifici, ugualmente indispensabili per l'edificazione di un organo, per la sua nutrizione e perché la sua funzione sia coerente con il resto dell'organismo; tali elementi aspecifici sono il tessuto connettivo, i vasi, i nervi.

Nel processo d'organogenesi esiste una fase morfogenetica, cioè di formazione dell'abbozzo e d'organizzazione e strutturazione di esso, e una fase istogenetica o di differenziamento dei tessuti specifici che compongono quell'organo: ciò è indispensabile per l'instaurarsi della funzione.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è l'ovogenesi?

Cosa studia la batteriologia?

Che cos'è la biofisica?

Che cos'è la biochimica?

Che cos'è la citogenetica?

Studia con noi