chimica-online.it

Estuario

Che cos'è un estuario?

Con il termine estuario si indica la foce a sbocco unitario (ovvero in un unico canale o ramo) di un fiume nel mare.

In tale foce all'acqua dolce portata dal fiume si mescola in una certa misura l'acqua salata del mare per effetto del movimento combinato della corrente fluviale e delle oscillazioni di marea.

Caratteristica essenziale degli estuari è perciò il mescolarsi dell'acqua marina con l'acqua dolce; questa mescolanza produce una variazione, sia verticale sia orizzontale, del contenuto salino delle acque nell'interno degli estuari.

In essi la salinità varia da quasi zero nella parte più interna a circa il 30% allo sbocco nel mare e - inoltre - aumenta generalmente con la profondità.

Gli estuari sono chiamati anche delta negativi, perché la foce del fiume, invece di espandersi verso il mare, prende sviluppo all'interno del limite costiero.

Differenza tra foce a delta ed estuario

Differenza tra foce a delta ed estuario.

Per la complessità dei fenomeni che in esso si verificano l'estuario costituisce un interessante campo di studio di diverse branche scientifiche, in particolare della geomorfologia, della idrologia e della oceanografia.

L'ambiente ecologico dell'estuario è infatti complesso e molto variabile rispetto agli altri ambienti marini.

Nelle acque ricche di nutrimento degli estuari sono indigene molte forme di vita marina, anche di importanza commerciale, e altre vi trovano l'ambiente adatto per la fecondazione.

Classificazione degli estuari

Gli estuari possono essere classificati secondo criteri diversi.

Una classificazione si basa sul rapporto tra afflusso fluviale ed evaporazione e distingue gli estuari in:

  • estuari positivi, in cui l'afflusso dell'acqua del fiume supera l'evaporazione;
  • estuari inversi, in cui l'evaporazione supera l'afflusso dell'acqua dolce;
  • estuari lineari in cui non prevale né l'uno né l'altro fenomeno.

Gli estuari si possono distinguere anche in base alla loro struttura geomorfologica.

Oltre agli estuari a sezione imbutiforme delle pianure costiere formatisi per l'espansione progressiva della foce del fiume, vi sono estuari alla cui formazione ha contribuito l'affondamento della costa oppure il sollevamento del livello del mare; in tal caso l'estuario è generalmente costituito da una insenatura costiera di forma varia e di scarsa profondità.

Altre forme di estuari risultano dallo sviluppo di barre sabbiose che si sono formate nel mare lungo una costa con basso rilievo. In tal caso gli estuari si allungano parallelamente alla costa invece di essere normali alla linea costiera e hanno lo sbocco nel mare piuttosto stretto.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è l'emissario?

Che cos'è e come è strutturato un altopiano?

Che cos'è la climatologia?

Che cos'è un deserto?

Che cos'è l'eustatismo?

Che cos'è la centina?

Che cos'è una fossa tettonica?

Studia con noi