chimica-online.it

Ilmenite

Che cos'è l'ilmenite?

L'ilmenite è un importante minerale, un ossido di ferro e titanio, appartenente al gruppo omonimo, di formula cristallochimica FeTiO3; talvolta contiene in soluzione solida anche piccole quantità di Fe2O3, MgTiO3 e MnTiO3.

Quando l'ilmenite è molto pura prende invece il nome di crictonite.

L'ilmenite si presenta generalmente in masse compatte color ferro, oppure in forma di granelli con lucentezza metallica, presenti in sedimenti sabbiosi; i cristalli, di abito tabulare, sono meno frequenti.

Si tratta di un ossido di ferro e titanio che cristallizzato nel sistema trigonale; ha densità che varia da 4,5 a 5 g/cm3.

E' un componente accessorio di rocce eruttive povere di silice come gabbri, basalti, peridotiti, e anche degli gneiss e di altre rocce metamorfiche.

Ilmenite.

Come prodotto di segregazione magmatica costituisce filoni e masse di notevole importanza economica, essendo il più importante minerale utile per l'estrazione del titanio.

Località di ritrovamento

Importanti giacimenti di ilmenite sono quelli del Quebec (Canada), dello stato di New York negli USA, di alcune regioni dell'India e quelli della Norvegia.

In notevoli cristalli isolati l'ilmenite venne trovata a Miask nei monti Ilmen (Russia), da cui il nome.

In Italia cristalli isolati sono stati trovati nelle serpentine della val Malenco e della val d'Ossola.

Particolare interesse è stato suscitato l'esame mineralogico dei campioni lunari, in base al quale si è stabilito che soprattutto le rocce di tipo basaltico che costituiscono i mari lunari ne sono ricche al punto che, se si trovassero sulla Terra, costituirebbero giacimenti economicamente sfruttabili.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

In mineralogia, che cosa sono le gemme?

Quali sono le caratteristiche del granato?

Che cos'è la fritta?

Studia con noi