chimica-online.it

Unità di misura del calore

Qual è l'unità di misura del calore?

Il calore è una forma di energia connessa all’agitazione molecolare di un corpo.

Quando due corpi a differenti temperature Tc e Tf sono posti in contatto, il calore tende a passare spontaneamente dal corpo più caldo (quello avente temperatura Tc) a quello più freddo (quello a temperatura Tf) uniformando la temperatura dei due corpi.

Si dice quindi che i due corpi si saranno scambiati una certa quantità di calore Q.

Fatta questa breve premessa, analizziamo l'unità di misura del calore.

Essendo una forma di energia, il calore ha la stessa unità di misura dell'energia.

Pertanto, nel Sistema Internazionale, l'unità di misura del calore è il Joule; talvolta viene usato il kilojoule.

Il kilojoule viene rappresentato con il simbolo kJ e corrisponde a 1000 J, quindi:

1 kJ = 1000 J

Per capire quanto può valere un joule (J), è sufficiente pensare che esso equivale al lavoro necessario per alzare di un metro da terra un oggetto di massa 102 grammi.

Nella pratica, essendo il joule una unità di misura troppo piccola, si utilizza il kWh.

La relazione che lega le due unità di misura è la seguente:

1 kWh = 1000 W ∙ 3600 s = 3,6 ∙ 106 J

Un'altra unità di misura del calore molto spesso utilizzata nella pratica comune è la caloria.

La caloria è definita come la quantità di calore necessaria per innalzare la temperatura di un grammo di acqua distillata dalla temperatura di 14,5°C alla temperatura di 15,5 °C.

Tale scelta è stata effettuata in modo tale da rendere uguale a 1°cal / (g · °C) il calore specifico dell'acqua.

La caloria è l'unità di misura del calore adottata nel sistema CGS ma non dal Sistema Internazionale (che come detto usa il joule).

Per convertire le calorie in joule e viceversa bisogna ricordare che:

1 Cal = 4,186 J

e che:

1 kCal = 103 Cal = 4186 J

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Qual è l'unità di misura della carica elettrica?

Studia con noi