chimica-online.it

Morfolina

Proprietà e caratteristiche della morfolina

La morfolina è un composto organico eterociclico formato da un anello a sei atomi contenente in posizione para un atomo di ossigeno e uno di azoto e pertanto ha formula bruta C4H9NO; è indicata anche come tetraidro-1,4-ossazina.

È un liquido incolore di odore tipico, miscibile con l'acqua e con i comuni solventi organici.

Ha massa molare di 87,192 g/mol, densità pari a 1,007 g/cm3, punto di fusione di 268°C e punto di ebollizione di 402°C.

Metodi di preparazione della morfolina

La morfolina viene ottenuta per disidratazione con acido solforico della dietanolammina o per ciclizzazione dell'etere β,β'-dicloroetilico con ammoniaca:

sintesi morfolina

Metodi di sintesi della morfolina.

Reattività della morfolina

La maggior parte della chimica della morfolina è basata sul suo atomo di azoto: le monoalchilazioni portano alle N-alchilmorfoline, le dialchilazioni ai sali d'ammonio quaternari delle morfoline.

Può essere acilata e nitrosata, si somma ai composti α,β-insaturi e all'ossido di etilene.

Si comporta da base secondaria, come la piperidina.

Impieghi

La morfolina è spesso usata nelle reazioni come accettore di acidi; nelle reazioni di chimica organica è impiegata come solvente, reagente e catalizzatore.

I sali degli acidi grassi della morfolina sono usati come emulsionanti nelle cere da pavimenti e per l'appretto della carta. In particolare i solfati delle alchilmorfoline servono come saponi deodoranti aventi attività germicida.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Proprietà e caratteristiche dell'inositolo

Proprietà e caratteristiche dell'aconitina

Studia con noi