chimica-online.it

Paraffina

Caratteristiche e proprietà della paraffina. Vendita paraffina per candele

Con il termine di paraffina si intende una miscela di idrocarburi, in prevalenza alcani a catena lineare con un numero di atomi di carbonio compreso tra 20 e 30.

La paraffina raffinata (cioè dopo separazione delle frazioni oleose e dopo trattamenti vari) si presenta come una massa bianca, traslucida, inodore e insapore, di struttura cristallina o microcristallina secondo i tipi.

E' insolubile in acqua, poco solubile in alcol; è invece molto solubile in benzene, cloroformio, trementina e altri solventi.

Resiste bene agli acidi.

Preparazione della paraffina

La paraffina può essere ottenuta in vari modi:

  • come sottoprodotto della lavorazione del petrolio greggio ("deparaffinazione" degli oli lubrificanti);
  • attraverso la distillazione secca a bassa temperatura di alcune ligniti o di scisti bituminosi;
  • attraverso la sintesi catalitica da ossido di carbonio e idrogeno (processo Fischer-Tropsch).

La paraffina viene generalmente posta in commercio in blocchi o lastre di varie dimensioni oppure in lamelle e scaglie.

A seconda del loro punto di fusione, le paraffine possono essere commercializzate come "dure" se presentano punti di fusione compresi tra 60 e 70°C e "molli" se presentano punti di fusione compresi tra 40 e 50°C.

Usi della paraffina

La paraffina viene usata per preparare fiammiferi, candele, appretti, esplosivi, inchiostri, carta e cartone.

Talvolta viene usata per impregnare il legno e diminuirne la igroscopicità.

La paraffina trova inoltre impiego nell'industria della gomma come plastificante e nell'industria farmaceutica come eccipiente.

paraffina per candele

Paraffina per candele

Curiosità

Il nome paraffina deriva dal latino parum affinis, poco affine, con riferimento alla scarsa reattività di tale materiale.

Vendita paraffina per candele

Se sei interessato all'acquisto di paraffina per candele clicca uno dei seguenti link:

Studia con noi