chimica-online.it

Lanolina

Caratteristiche e proprietà della lanolina

Con il termine di lanolina si identifica una sostanza cerica ricavata dalla lavorazione del vello di lana.

La lanolina (nota anche con il nome di grasso di lana) è quindi un prodotto ottenuto dalla lavorazione della lana per eliminazione dei sali minerali e degli acidi grassi liberi.

Ha una composizione variabile a seconda del vello dell'animale considerato; in generale è costituita da una miscela di colesterolo, lattoni, alcoli e idrocarburi ciclici.

Ha l'aspetto di un solido viscoso giallognolo insolubile in acqua con temperatura di fusione di circa 40°C e densità di circa 0,94 g/cm3.

Dal punto di vista chimico, la lanolina non è un grasso, ma una cera, infatti non contiene glicerina.

Pertanto fuorviante è il nome di "grasso di lana" con il quale viene talvolta - erroneamente - identificata.

Tale equivoco nasce dal fatto che, al tatto, la lanolina esibisce una consistenza morbida, tipica dei grassi.

Alcol della lana

Effettuando la saponificazione della lanolina si ottiene un prodotto noto con il nome di "alcol della lana"; si tratta di una cera che conserva le proprietà della lanolina.

Impieghi della lanolina

La lanolina è una sostanza insolubile in acqua.

E' in grado per, entro certi limiti, di inglobare una determinata quantità di acqua senza perdere consistenza.

La lanolina idrata (idratazione del 30% di acqua) è un importante prodotto dell'industria farmaceutica e cosmetica.

In particolare trova impiego - grazie alle sue proprietà idratanti ed emollienti - come eccipiente per unguenti e pomate.

La lanolina trova anche impiego nella fabbricazione di adesivi e lubrificanti.

Studia con noi