chimica-online.it

Elettrizzazione per induzione

Che cos'è l'elettrizzazione per induzione?

L’elettrizzazione per induzione è una delle tre modalità di elettrizzazione di un corpo.

A differenza però delle altre due modalità, cioè quella per strofinio (elettrizzazione per strofinio) e quella per conduzione (elettrizzazione per conduzione) , l’elettrizzazione per induzione non prevede che ci sia un contatto fisico tra i corpi.

Tale modalità di elettrizzazione sfrutta il principio per cui cariche di segno opposto si attraggono mentre cariche dello stesso segno si respingono.

Inoltre si sfrutta la proprietà dei conduttori di consentire il libero passaggio della carica elettrica attraverso la loro superficie.

Come si realizza l'elettrizzazione per induzione?

Prendiamo una sfera metallica e quindi conduttrice inizialmente scarica, poggiata su di un piedistallo isolante o appesa ad un filo non conduttore e quindi isolata dalla terra.

Avviciniamo ad essa un corpo carico, ad esempio una bacchetta di plastica precedentemente sfregata con un panno di lana e quindi carica negativamente.

Avvicinando, senza toccare, la bacchetta carica alla sfera si assisterà ad un fenomeno di redistribuzione della carica elettrica sulla superficie della sfera.

Infatti le cariche negative sentendo la vicinanza della bacchetta carica negativamente tenderanno a porsi il più lontano possibile da essa mentre le cariche positive si accumuleranno dal lato dell’esposizione alla bacchetta.

Successivamente ponendo la sfera con un contatto a terra si consente alle cariche negative di disperdersi al suolo e dunque la sfera rimarrà carica positivamente.

Elettrizzazione per induzione

La bacchetta carica prende il nome di corpo induttore. Nel caso in cui il corpo induttore fosse carico positivamente, una volta avvicinato alla sfera si osserverebbe una elettrizzazione negativa dalla parte dell’esposizione e toccando la sfera cioè collegandola a terra le cariche positive presenti sulla sfera dalla parte opposta alla bacchetta sarebbero neutralizzate dagli elettroni richiamati da terra e quindi la sfera rimarrebbe carica negativamente.

Elettrizzazione per induzione parte II

Il Metodo di elettrizzazione per induzione è detto anche induzione elettrostatica, per chiarire che il fenomeno avviene da cariche elettriche che sono inizialmente ferme e raggiungono uno stato di equilibrio finale.

I fenomeno elettrostatici sono così distinti da quelli elettrodinamici in cui invece risultano in movimento.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Esercizio sul calcolo della carica elettrica acquisita da un panno di lana in seguito a strofinio

Cosa succede se strofino una bacchetta di plastica con un panno di lana?

Che cos'è il pozzo di Faraday?

Quesito (con soluzione) sull'elettroscopio

Esercizio svolto e commentato sulla elettrizzazione per conduzione

Che cosa è l'elettroforo di Volta?

Studia con noi