chimica-online.it

Elettrodialisi

Che cos'è l'elettrodialisi?

Vuoi sapere che cos'è l'elettrodialisi?

Vuoi sapere a cosa serve l'elettrodialisi?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è l'elettrodialisi e a cosa serve.

L'elettrodialisi è un processo elettrochimico con cui vengono prodotte modificazioni di composizione e concentrazione in soluzioni elettrolitiche sfruttando il meccanismo del trasporto elettrico di ioni attraverso membrane permselettive (membrane permeabile agli anioni ma non ai cationi, o viceversa), sotto l'azione di una differenza di potenziale elettrico.

Il principio dell'elettrodialisi è mostrato nella figura seguente, che illustra schematicamente struttura e funzionamento di una cella da elettrodialisi; la figura si riferisce in particolare ad un impianto destinato alla dissalazione delle acque.

La cella comprende un certo numero di scompartimenti nei quali viene immessa la soluzione elettrolitica da elettrodializzare (acqua di mare), separati fra loro per mezzo di membrane permselettive.

Si ha, in successione alternata, una membrana permeabile ai soli cationi (indicata con la letera C), poi una membrana permeabile ai soli anioni (indicata con la lettera A), un'altra permeabile ai soli cationi, e così via.

Nei due scompartimenti terminali della cella da elettrodialisi sono piazzati l'anodo e il catodo, mediante i quali viene applicata una differenza di potenziale alla cella stessa provocandovi così il passaggio della corrente di elettrodialisi.

I cationi sono sollecitati a muoversi in direzione del catodo, gli anioni verso l'anodo.

elettrodialisi

Celle da elettrodialisi.

Si consideri ora un gruppo di tre scompartimenti contigui qualsiasi per analizzarvi elementarmente gli effetti del passaggio di corrente.

Gli anioni, dirigendosi verso l'anodo, possono attraversare la membrana anionica A, ma vengono bloccati dalla successiva membrana cationica C.

Contemporaneamente i cationi, muovendosi verso il catodo, possono attraversare la membrana cationica, ma vengono bloccati dalla successiva membrana anionica.

Il risultato complessivo è che, dei tre scompartimenti considerati, quello centrale viene depauperato di ioni, mentre i due laterali contigui ne vengono arricchiti.

Considerando la cella nel suo insieme si ha dunque, in seguito al passaggio di corrente, alternativamente uno scompartimento con soluzione che risulta diluita (scompartimento dissalatore, di colore chiaro nella figura precedente, indicato con D) e uno con soluzione che risulta concentrata (scompartimento concentratore, indicato con K).

L'acqua in uscita dagli scopartimenti dissalatori viene raccolta e viene a costituire, nel suo complesso, l'acqua dissalata.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è il processo di elettrolisi?

Che cosa studia l'elettrochimica?

Come è fatto un elettrodo a calomelano?

Studia con noi