chimica-online.it

Cadmiatura

Cadmiatura dei metalli

La cadmiatura è un processo eseguito a scopo estetico e/o anticorrosivo che prevede la ricopertura superficiale di oggetti metallici con uno strato di cadmio.

A tale scopo, superfici metalliche quali ad esempio ferro, acciaio, rame, ottone e bronzo vengono rivestite di uno strato protettivo di cadmio metallico.

Principi fondamentali della cadmiatura

La cadmiatura viene eseguita per via elettrolitica in una cella in cui l'anodo è di cadmio mentre il catodo è costituito dall'oggetto metallico da ricoprire; il bagno elettrolitico è invece costituito da una soluzione contenente disciolti sali di cadmio (di solito cianuri).

In tal modo all'anodo il cadmio metallico passa in soluzione sotto forma di ioni Cd2+ mentre al catodo gli ioni Cd2+ si depositano come cadmio metallico.

In altre parole, le parti metalliche da ricoprire vengono impiegate come catodi e cadmio puro al 99,9% come anodo, in una cella contenente sali disciolti di cianuro di cadmio.

Talvolta però la cadmiatura viene effettuata impiegando un sistema a spruzzo, oppure un sistema di immersione nel metallo fuso.

Usi della cadmiatura

La cadmiatura viene impiegata per rivestimenti protettivi di pezzi meccanici (come per esempio dadi e bulloni) e per ricoprire strumenti di precisione.

oggetti sottoposti a cadmiatura

Parti meccaniche sottoposte a cadmiatura.

Sotto diversi punti di vista la cadmiatura è simile alla argentatura.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è la cianfrinatura?

Studia con noi