chimica-online.it

Coefficiente di autoinduzione di un solenoide

Calcolo della coefficiente di autoinduzione di un solenoide

Un solenoide è ottenuto avvolgendo un filo di rame attorno a un cilindro di raggio 1,0 cm per un numero complessivo di 100 avvolgimenti.

Il cilindro è lungo 11 cm.

Calcolare il coefficiente di autoinduzione del solenoide.

Svolgimento dell'esercizio

L'esercizio propone il calcolo del coefficiente di autoinduzione di un solenoide ottenuto avvolgendo un filo di rame attorno a un cilindro di raggio 1,0 cm e lungo 11 cm, per un numero complessivo di 100 avvolgimenti.

L’induttanza o coefficiente di autoinduzione di un solenoide dipende direttamente dalle caratteristiche fisiche del solenoide e rappresenta la capacità del conduttore di opporsi alla variazione di corrente elettrica.

In particolare l’induttanza L si calcola come:

Formula del coefficiente di autoinduzione di un solenoide

in cui:

  • μ0 è la permeabilità magnetica nel vuoto e vale 4∙π∙10-7 N/A2;
  • N è il numero di avvolgimenti del solenoide;
  • l è la lunghezza del solenoide;
  • S è la sezione del solenoide.

Ricordando che la sezione del cilindro è un cerchio di area pari al prodotto di π per il quadrato del raggio espresso in metri, otteniamo che:

calcolo del coefficiente di autoinduzione di un solenoide

Pertanto il coefficiente di autoinduzione del solenoide è pari a 3,6 ∙ 10-5 H (henry).

Link correlati:

Quali sono le differenze tra il campo magnetico e il campo elettrico?

Esercizio con applicazione della forza di Lorentz

Calcolo del flusso del campo magnetico attraverso una bobina

Intensità del campo magnetico risultante

Che cosa è la permeabilità magnetica?

Calcolo del campo magnetico prodotto da una spira circolare percorsa da corrente

Studia con noi