chimica-online.it

Biosintesi

Che cosa si intende per biosintesi?

Per biosintesi si intende un processo di sintesi chimica operato da un organismo vivente.

Tramite questo processo un organismo vivente produce i propri costituenti cellulari come ad esempio proteine, acidi nucleici (DNA, RNA) e acidi grassi.

Le biosintesi si svolgono secondo una serie successiva di reazioni chimiche.

In tali serie di reazioni il prodotto di una reazione è il reagente di quella successiva e ciascuna di queste reazioni è catalizzata da uno specifico enzima.

Gli enzimi, che sono particolari proteine con funzioni catalitiche, esercitano un vero e proprio controllo sulla biosintesi la quale viene compiuta secondo un programma preciso che rispecchia le istruzioni contenute nel codice genetico della cellula.

Le reazioni di biosintesi sono reazioni endoergoniche

Le reazioni di biosintesi sono reazioni endoergoniche, ovvero possono avvenire unicamente mediante l'apporto di energia esterna.

Mentre le cellule autotrofe (piante verdi) utilizzano la luce solare come principale fonte di energia esterna per attuare il processo biosintetico di fotosintesi clorofilliana, le cellule eterotrofe ottengono l'energia dalla degradazione di molecole organiche - delle quali si nutrono - come ad esempio glucidi, proteine e grassi.

Controllo quantitativo delle reazioni di biosintesi

Il controllo quantitativo, ovvero il controllo sulla quantità del prodotto finale ottenuto nelle reazioni di biosintesi, viene effettuato secondo due meccanismi:

  • meccanismo di retroinibizione: secondo tale meccanismo un eccesso di prodotto finale inibisce l'attività dell'enzima che catalizza la prima reazione della catena biosintetica;
  • meccanismo di repressione: secondo tale meccanismo un eccesso di prodotto finale interferisce negativamente sulla sintesi dell'enzima che catalizza la prima reazione della catena biosintetica.

In entrambi i casi sopra citati la velocità di sintesi del prodotto finale viene rallentata o annullata.

Studia con noi