chimica-online.it

Dinamite

Che cos'è la dinamite?

Con il termine di dinamite si intende un esplosivo ottenuto miscelando la nitroglicerina con sostanze assorbenti (chiamate "basi"). Lo scopo di queste ultime è di diminuire la sensibilità agli urti della nitroglicerina.

Storia della dinamite

La grande sensibilità agli urti della nitroglicerina comportava notevoli pericoli e l'espediente di trasportare il prodotto allo stato di congelazione, in cui è meno sensibile agli urti che in forma liquida, riduceva ma non eliminava il pericolo.

L'esperienza fornì tuttavia la soluzione del problema, materializzata nella scoperta che il chimico svedese Alfred Nobel fece nel 1866 della dinamite esplosiva di uso pratico.

Il kieselguhr o farina fossile, che è una terra composta da scheletri di diatomee, è capace di assorbire fino a tre volte il suo peso di nitroglicerina rimanendo sempre asciutta; la nitroglicerina assorbita conserva in tale forma solida le sue proprietà esplosive, ma presenta una sensibilità agli urti fortemente diminuita.

Fu così inventata la dinamite. Nella formulazione originale la dinamite era ottenuta con basi inattive o inerti come ad esempio - come già detto - la farina fossile.

Oggigiorno al posto di basi inerti si preferisce l'utilizzo di basi attive, cioè di sostanze che prendono parte alla reazione chimica.

Tra esse la più utilizzata è indubbiamente una nitrocellulosa nota con il nome di collodio.

Quest'ultima è il prodotto della nitrazione di cascami di cotone (linters) con grado di nitrazione compreso tra due e tre (contengono azoto per circa il 11,5-12,5%); in altre parole, i gruppi ossidrilici -OH della cellulosa vengono parzialmente esterificati con acido nitrico in uno schema di reazione che trasforma i gruppi -OH in gruppi -ONO2.

La dinamite viene confezionata usualmente in bastoncini avvolti in carta paraffinata.

E' abbastanza insensibile da poter essere maneggiata e trasportata con relativa sicurezza e viene fatta esplodere mediante una capsula, o detonatore, contenente fulminato di mercurio, Hg(ONC)2, o azotidrato di piombo, PbN6.

Dinamite antigelo

La dinamite antigelo viene invece prodotta mescolando la nitroglicerina con nitroglicole e utilizzando come base il cotone collodio.

Studia con noi