chimica-online.it

Ametista

Che cos'è l'ametista?

L'ametista è un minerale costituito da una varietà di quarzo, SiO2, di colore violetto, attualmente usato come gemma.

I tipi più pregiati hanno una colorazione violetta molto intensa ma non sono molto comuni.

L'ametista ha una densità pari a 2,6-2,7 g/cm3; presenta una durezza nella scala di Mohs pari a 7.

Generalmente non la si trova in cristalli isolati, bensì in associazioni di numerosi individui a tappezzare cavità e geodi di rocce cristalline basiche, melafiri (rocce effusive permocarbonifere di composizione gabbrica) e simili (come a Oberstein, in Germania) oppure in scisti cristallini o in graniti.

ametista

Ametista.

Spesso con un moderato riscaldamento la tinta violetta dell'ametista diventa di colore giallo-bruno (raramente verde) e il minerale assume un aspetto simile al topazio (ametista bruciata); con un riscaldamento a temperatura elevata la pietra diventa incolore.

Col nome di ametista orientale viene indicata una varietà violetta di corindone usata come gemma; è invece chiamata falsa ametista una varietà violetta di fluorite proveniente per lo più dai giacimenti metalliferi del Cumberland.

Dove si trovano i giacimenti di ametista?

I più importanti giacimenti di ametista sono in Brasile (a Bahia e a Minas Gerais), nel Messico (a Guanajuato) e nell'Uruguay. Giacimenti notevoli si hanno nell'Arizona e in Russia.

Caratteristiche cristallografiche dell'ametista

Formula cristallografica: SiO2

Gruppo cristallino: dimetrico

Sistema cristallino: trigonale

Impieghi dell'ametista

L'ametista viene usata come gemma sia tagliata a brillante, sia in forma rettangolare, come pure in sferette per la preparazione di collane.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è il pleocroismo?

Studia con noi