chimica-online.it

Acciai da bonifica

Proprietà e caratteristiche degli acciai da bonifica

Gli acciai da bonifica sono acciai largamente impiegati nelle costruzioni di macchine, sono caratterizzati in modo restrittivo dai trattamenti termici di tempra e rinvenimento a circa 600 °C.

Tali trattamenti conferiscono agli acciai, a causa della struttura di rinvenimento della martensite che ne deriva, un insieme di caratteristiche che li rende adatti a sopportare in maggiore o minore grado, sforzi, urti e vibrazioni secondo la loro particolare composizione chimica.

I principali elementi di lega aggiunti negli acciai da bonifica, di cui esistono numerosissime varietà, sono il cromo, il nichel, il molibdeno, talvolta il manganese e solo raramente il vanadio.

Oltre al carbonio, il cui tenore ordinariamente non è mai inferiore allo 0,20% né superiore allo 0,50% , e alle normali percentuali di silicio e manganese (mediamente circa 0,30% e 0,40%), gli elementi menzionati possono essere presenti o singolarmente o in svariate combinazioni; inoltre il loro tenore può variare fortemente da acciaio ad acciaio.

Le percentuali dei vari elementi di lega non superano, in generale, i seguenti valori massimi : manganese 1,2% , nichel 4%, cromo 2%, molibdeno 0,6%.

È opportuno infine segnalare la notevole influenza del ciclo di lavorazione degli acciai da bonifica e dei relativi trattamenti termici sulle loro proprietà meccaniche.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Quanto vale la densità dell'acciaio?

Quanto vale il peso specifico dell'acciaio?

Qual è la temperatura di fusione dell'acciaio?

Quanto vale il calore specifico dell'acciaio?

Che cos'è la ghisa sferoidale?

Che cosa studia la metallografia?

Qual è la differenza tra acciaio e ghisa?

Che caratteristiche ha l'acciaio s235?

Quali caratteristiche hanno gli acciai da cementazione?

Che cos'è l'acciaio zincato?

Studia con noi