chimica-online.it

Volt

Il volt: unità di misura

Il volt è l'unità di misura - adottata dal Sistema Internazionale - sia del potenziale elettrico che della differenza di potenziale elettrico. Viene simboleggiato con la lettera V.

Definizione di volt

Il volt viene definito nel seguente modo: 1 V è la differenza di potenziale elettrico esistente tra due punti di un conduttore che, percorso dalla corrente costante di 1 A, dissipa la potenza di 1 W senza che nel conduttore avvengano altri fenomeni energetici oltre all'effetto joule.

In modo equivalente si può dire che tra due punti A e B c'è una differenza di potenziale di 1 V quando, spostando una carica di 1 C dal punto A al punto B, l'energia potenziale cambia di 1 J.

Dimensioni fisiche del volt

Il volt ha dimensioni fisiche J/C (joule fratto coulomb).

Volendo usare unicamente le unità di misura fondamentali del Sistema Internazionale e ricordando che:

1 J = 1 N · 1 m = Kg · m2 / s2

e che:

1C = 1A · 1 s (ampere per secondo)

si ha:

Il volt viene chiamato in questo modo in onore del fisico italiano Alessandro Volta (1745-1827) che, nei suoi studi, si occupò di elettricità.

A. Volta riuscì a dimostrare (in contrasto con un altro fisico italiano, Luigi Galvani) che è possibile produrre l'elettricità dal contatto di due metalli diversi.

Alessandro Volta è famoso anche per i suoi studi sui gas e per il fatto di avere scoperto il metano noto ai tempi come "gas delle paludi".

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

A quanti volt equivale un millivolt?

Che cos'è e a cosa serve un amperometro?

Che cos'è e quanto vale un tesla?

Studia con noi