chimica-online.it

Regola dell'ottetto

La regola dell'ottetto nella formazione dei legami chimici

L'aggruppamento di otto elettroni s2p6 nell'ultimo livello di energia, è una configurazione di grande stabilità che prende il nome di ottetto.

I gas nobili (eccetto l'elio He) hanno questa struttura elettronica nello strato più esterno.

Fin dalla fine del XIX secolo, W. Ramsay e M. Travers, che per primi scoprirono i gas nobili, cercarono, senza riuscirci, di spiegare il motivo della loro inerzia chimica, cioè della loro scarsa tendenza a reagire.

Nel 1916 il chimico statunitense G. Lewis, notò che gli atomi, nella formazione dei legami, tendono ad assumere questa configurazione ad ottetto cedendo, acquistando o mettendo in comune elettroni con altri atomi.

Questa regola non vale però per tutti quegli elementi che, in un composto, impegnano, oltre agli orbitali s e p, anche gli orbitali d. In questi casi saranno presenti, nella configurazione elettronica esterna, più di otto elettroni.

Pur con questa limitazione la regola dell'ottetto rimane fondamentale nello studio dei legami chimici: nella ridistribuzione degli elettroni che si ha nella formazione delle molecole, gli atomi tendono ad assumere, quando ciò è possibile, configurazione esterna s2p6 (escluso l'atomo di H che, ovviamante, tende ad assumere la struttura esterna s2).

Così, ad esempio, un atomo di cloro che ha sette elettroni sullo strato esterno (3s2 3p5), mettendo in comune con un altro atomo di cloro un elettrone, forma una molecola Cl2 nella quale ciascuno dei due atomi di cloro è circondato da un ottetto. I due ottetti hanno due elettroni comuni provenienti uno da ciascun atomo di cloro:

regola dell'ottetto

Anche sodio e cloro quando reagiscono per formare il sale NaCl acquistano una configurazione ad ottetto. Nella reazione tra Na e Cl si ha infatti uno scambio di elettroni tra le due specie chimiche e:

  • il sodio metallico cedendo al cloro il suo elettrone di valenza raggiunge la configurazione elettronica del neon (configurazione ad ottetto);

  • il cloro, acquistando un elettrone, raggiunge la configurazione elettronica dell'argon (configurazione ad ottetto).

legame ionico

Studia con noi