chimica-online.it

925 è oro o argento

Vuoi sapere se la dicitura 925 è dell'oro o dell'argento?

Solitamente, osservando gli oggetti in metallo prezioso (oro o argento) da vicino o utilizzando una lente d’ingrandimento, è possibile individuare - su ciascuno di essi - una caratteristica dicitura ottenuta tramite punzonatura.

Cosa significa esattamente questa dicitura e perché è così importante? Brevemente, possiamo dire che la dicitura presente negli oggetti in oro o argento indica la purezza del gioiello che abbiamo in mano.

Ciascun metallo ha la propria dicitura e quindi attraverso essa può essere facilmente identificato.

La dicitura solitamente presente in braccialetti, anelli o collane in oro è 750.

Tale dicitura indica la purezza in millesimi della lega aurea: su 1000 parti di lega aurea sono 750 le parti di oro puro; le restanti 1000 - 750 = 250 parti sono di altri metalli alligati con l'oro.

La presenza di altri metalli è necessaria in quanto l'oro puro è molto tenero, ma quando viene alligato con rame, argento, nichel, platino, palladio o (raramente) con zinco, è possibile ottenere prodotti con elevata resistenza.

Ricordiamo anche che l'oro 750 corrisponde all'oro a 18 carati; l'oro a 24 carati è invece l'oro puro.

La dicitura solitamente presente in braccialetti, anelli o collane in argento è invece 925. Tale sigla indica la purezza in millesimi dell'argento.

Ciò significa che su 1000 parti di metallo prezioso sono 925 le parti di argento puro; le restanti 1000 - 925 = 75 parti sono di altri metalli alligati con l'argento.

Link correlati:

Che cos'è il carato?

Varietà ed impiego dei diamanti

Qual è il peso di un lingotto in oro?

Vuoi sapere se la dicitura 750 è dell'oro o dell'argento?

Per quanto riguarda i diamanti, che cosa sono i carati?

Quanti carati ha l'oro puro?

A cosa corrisponde la misura 12 di un anello?

In mineralogia, che cosa sono le gemme?

Studia con noi