chimica-online.it

Carotenoidi

Struttura chimica e funzioni dei carotenoidi

Con il termine Carotenoidi si intende una vasta classe di pigmenti organici liposolubili aventi una struttura di base formata da lunghe catene di atomi di carbonio, chiamata tetraterpene.

I carotenoidi contengono sistemi di doppi legami coniugati (doppi legami intervallati da un legame singolo) in grado di assorbire la luce di lunghezze d'onda specifiche, i quali determinando le diverse tonalità dei pigmenti dei carotenoidi, che vanno dal giallo al rosso.

I carotenoidi sono infatti tra i responsabili della colorazione di numerosi organismi e componenti del mondo animale e vegetale, come le carote (da cui ne deriva il nome), le banane, i pomodori, i fiori, il piumaggio di alcuni uccelli, il tuorlo d'uovo, alghe, batteri, ecc.

I carotenoidi svolgono numerose funzioni ed in genere si comportano da antiossidanti, proteggendo la cellula dai danni provocati dai radicali liberi (molecole altamente reattive) e dalle radiazioni solari.

In questo modo i carotenoidi hanno un'azione anti-tumorale e anti-invecchiamento.

Il corpo umano non è in grado di sintetizzare i carotenoidi ed è quindi importante non farli mancare nella propria dieta.

Frutta e ortaggi ricchi di carotenoidi

Frutta e ortaggi sono ricchi di carotenoidi

In natura sono noti almeno 800 diversi tipi di Carotenoidi. Strutturalmente sono tetraterpeni composti da 8 unità di isoprene e contengono in totale 40 atomi di carbonio.

Le estremità della catena sono spesso chiuse su se stesse in strutture cicliche.

Classificazione dei carotenoidi

I carotenoidi vengono raggruppati in due grandi gruppi: i caroteni e le xantofille.

I caroteni sono formati solamente da atomi di carbonio e idrogeno, mentre le xantofille contengono anche atomi di ossigeno.

Tra i caroteni più importanti per l'uomo troviamo il Beta-Carotene, che è uno dei precursori della Vitamina A. Quest'ultima è molto importante per la visione in quanto è un componente fondamentale dei recettori della retina, ed è inoltre coinvolta nei processi di differenziazione cellulare.

Fonti alimentari di Vitamina A e dei suoi precursori sono le uova, il fegato, le carote, gli spinaci.

Struttura chimica del Beta-Carotene

Tra le Xantofille troviamo un'altra molecola importante per la visione, la Luteina.

Questa molecola è molto simile al Beta-Carotene ma possiede 2 gruppi ossidrilici legati agli anelli alle estremità della catena.

La Luteina è presente in abbondanza nella zona centrale dell'occhio chiamata macula, che è la parte più sensibile della retina dove avviene la visione distinta.

La Luteina svolge il ruolo di antiossidante proteggendo la retina dallo stress ossidativo dovuto ai fotoni della luce blu (ad alta energia) che colpiscono la retina.

Struttura chimica della Luteina

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono i cromoplasti e leucoplasti?

Studia con noi