chimica-online.it

Acetato

Che cosa si intende per acetato?

Acetato è il termine con cui possono essere identificati due diversi composti:

1) i sali dell'acido acetico;

2) gli esteri dell'acido acetico.

1) I sali dell'acido acetico derivano per sostituzione dell'atomo di idrogeno del gruppo carbossilico dell'acido acetico (CH3COOH) con un catione metallico.

A questa categoria di composti appartengono ad esempio:

l'acetato di sodio, CH3COONa

l'acetato di potassio, CH3COOK

l'acetato di calcio, (CH3COO)2Ca

l'acetato di ammonio, CH3COONH4

Gli acetati di sodio o di potassio vengono usati come mordenti nei processi di tintura, come reagenti chimici e trovano impiego anche nella preparazione di soluzioni tampone.

Questa categoria di composti ha un carattere prettamente ionico.

In soluzione acquosa, gli acetati si dissociano negli ioni che lo formano, ovvero nello ione acetato (CH3COO-) e nel catione metallico.

Così, ad esempio, sciogliendo in acqua l'acetato di sodio, si formano i seguenti ioni:

CH3COONa → CH3COO- + Na+

Invece, sciogliendo in acqua l'acetato di calcio si ha:

(CH3COO)2Ca → 2 CH3COO- + Ca2+

2) Gli esteri dell'acido acetico sono invece composti che si ottengono per sostituzione dell'atomo di idrogeno del gruppo carbossilico dell'acido acetico con un gruppo alchilico.

Sono composti che in soluzione acquosa risultano non ionizzabili.

A questa categoria di composti appartengono ad esempio:

l'acetato di metile, CH3COOCH3

l'acetato di etile, CH3COOC2H5

Questi composti trovano impiego come solventi per vernici.

Riassumendo, il termine acetato può essere ricondotto a:

  • sali dell'acido acetico come ad esempio l'acetato di sodio, CH3COONa
  • esteri dell'acido acetico come ad esempio l'acetato di metile, CH3COOCH3

Studia con noi