chimica-online.it

Policarbonati

Che cosa sono i policarbonati?

Con il termine di policarbonati (PC) si intende una serie di polimeri sintetici che possono essere considerati come poliesteri dell'acido carbonico.

Hanno la caratteristica comune di contenere nella loro catena polimerica il gruppo carbonile -CO- legato con gruppi aromatici attraverso atomi di ossigeno.

I policarbonati sono composti noti fin dagli inizi del XX secolo senza però che, inizialmente, se ne comprendesse la natura polimerica.

Il policarbonato più importante è il polimero a base di bisfenolo A (BPA), noto con i nomi commerciali di Lexan, Makrolon, Sinvet, ecc.

bisfenolo A

Struttura del bisfenolo A, noto anche con il nome di 4,4'-diidrossifenil-2,2- propano.

Tale polimero è preparabile per policondensazione mediante transesterificazione tra carbonati organici e BPA o per policondensazione tra fosgene (COCl2) e BPA.

Quest'ultimo processo (COCl2 + BPA), che è quello applicato su scala industriale, è rappresentato nella immagine seguente:

polimero a base di bisfenolo A

Il polimero a base di bisfenolo A è un materiale termoplastico trasparente alla luce e con struttura amorfa.

Presenta una buona elasticità e ottima rigidità; è resistente agli urti e presenta un punto di rammollimento di circa 220- 230°C.

Impieghi del policarbonato a base di bisfenolo A

Il policarbonato a base di bisfenolo A viene impiegato:

  • nel settore dell'edilizia per la fabbricazione di lastre e profilati trasparenti;
  • nel settore automobilistico per paraurti e parti di carrozzeria;
  • nel settore elettronico per la fabbricazione di parti di elettrodomestici;
  • nell'imballaggio per la fabbricazione di film e pellicole trasparenti.

Studia con noi