chimica-online.it

Blu di Prussia

Proprietà e caratteristiche del blu di Prussia. Vendita blu di Prussia

Il blu di Prussia noto anche come blu Milori (dal nome di un fabbricante di Parigi), blu di Parigi o blu di Berlino, è un pigmento inorganico azzurro noto fin dalla metà del XVIII secolo.

La sua composizione chimica varia da quella del ferrocianuro di ferro (III) Fe4[Fe(CN)6]3 al ferri-ferro-cianuro di potassio FeK[Fe(CN)6].

Il blu di Prussia non è decomposto dagli acidi alla temperatura ordinaria, ma viene attaccato dagli alcali con formazione di Fe(OH)3 già a pH = 8; pertanto non può essere usato in mescolanza con colori o liquidi di natura basica. E' poco stabile alla luce.

Preparazione del blu di Prussia

Il metodo diretto di precipitazione di una soluzione di un sale di ferro (III) con una soluzione di ferrocianuro alcalino è stato sostituito con quello indiretto per mezzo del quale si precipita il ferrocianuro di ferro (II) da cloruro o solfato di ferro (II) e ferrocianuro alcalino, trattando poi in ambiente acido con clorato alcalino:

preparazione blu di prussia: stadio 1

preparazione blu di prussia: stadio 2

Il ferrocianuro di ferro (II) Fe2[Fe(CN)6] è un precipitato bianco che si ossida rapidamente all'aria formando idrossido di ferro (III) che altera il colore del blu di Prussia. E' necessario, quindi, impedire quest'ultima reazione ed anche nel precipitare il ferrocianuro di ferro (II) bisogna usare acqua degassata, per evitare che avvenga anche in piccolo questa reazione.

I vari tipi commerciali di blu di Prussia si ottengono con il metodo indicato, variando solo la concentrazione, la temperatura, il pH e talvolta le proporzioni dei reattivi.

Alcune tonalità del pigmento si ottengono mescolando caolino, solfato di bario e allumina in quantità variabili.

blu di prussia

Blu di Prussia

Usi del blu di Prussia

Causa la sua instabilità in ambiente basico, è impedito l'impiego del blu di Prussia per l'affresco ed i colori alla caseina ammoniacale, mentre è da sconsigliarne l'impiego nei colori ad acqua come la tempera gauche o l'acquerello.

Il blu di Prussia trova invece validissimo impiego nei colori ad olio per artisti e in tutte le pitture industriali e negli inchiostri da stampa, sia per la sua economicità sia per il suo punto di colore che è intermedio tra quello del blu oltremare e quello del blu di cobalto.

Il blu di Prussia è anche il pigmento utilizzato nell'inchiostro delle penne biro.

Vendita blu di Prussia

E' possibile acquistare il pigmento blu di Prussia collegandosi al seguente link: Acrilico Maimeri 75 ml colore blu di Prussia.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Proprietà e caratteristiche dell'indaco

Che cos'è la nigrosina?

Che cos'è la fritta?

Studia con noi