chimica-online.it

Criolite

Che cos'è la criolite?

La criolite è un minerale, un fluoruro di sodio e alluminio, con formula cristallochimica Na3AlF6.

Si presenta in cristalli di colore bianco neve o, più raramente, brunastro, rossiccio, o anche nero. E' un minerale piuttosto tenero (ha infatti durezza nella scala di Mohs pari a 2,5) e presenta una densità di 2,95 g/cm3.

La criolite cristallizza nel sistema monoclino; ha tre piani di sfaldatura ad angolo molto vicino ai 90° e presenta - di conseguenza - un abito pseudocubico. I suoi indici di rifrazione sono prossimi a quello dell'acqua.

criolite

Criolite.

Caratteristiche cristallografiche della criolite

Formula cristallografica: Na3AlF6

Sistema cristallino: monoclino

Classe di simmetria: prismatica

Costanti cristallografiche: a0 = 5,47 ; b0 = 5,62 ; c0 = 7,82 ; β = 90°11'

Luoghi di ritrovamento

Il giacimento di criolite più importante al mondo si trova in Groenlandia occidentale, dove il minerale si trova a contatto con una massa granitica ed è accompagnato da blenda, fluorite, quarzo e siderite.

Altri giacimenti sono quelli dei monti Urali e del Colorado.

Impieghi

In passato la criolite veniva impiegata per ricavarne il sodio e l'alluminio; oggigiorno trova invece impiego come fondente nel processo elettrolitico per la produzione dell'alluminio (si veda: alluminotermia).

La quasi totalità dell'alluminio viene - infatti - attualmente prodotta per elettrolisi di una soluzione di allumina (ossido di alluminio, Al2O3) a elevata purezza (circa 99,5%) in criolite fusa, a circa 1000 °C (processo Hall-Hérault).

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

boracite (minerale di boro)

brookite (minerale con formula cristallochimica TiO2)

brucite (minerale)

calamina (minerale dello zinco)

crisoberillo (minerale piuttosto raro con formula cristallochimica BeAl2O4)

Studia con noi