chimica-online.it

Sfaldatura

Che cos'è il l'oligocene?

La sfaldatura è la proprietà che hanno molti minerali di rompersi secondo superfici piane, parallele a facce reali o possibili dei cristalli. Tale proprietà è dovuta al fatto che la coesione nei cristalli, o meglio in gran parte di essi, è una proprietà vettoriale e risulta minima perpendicolarmente ai piani di facile divisibilità.

Per questa ragione i piani di sfaldatura sono sempre paralleli a facce possibili o addirittura presenti nel cristallo, inoltre se vi è sfaldatura secondo una certa faccia di un cristallo vi è sfaldabilità identica per tutte le facce equivalenti: si può perciò parlare di forme di sfaldatura caratteristiche di un minerale o di un gruppo di minerali.

La sfaldatura è diretta conseguenza della struttura interna del cristallo e solo indirettamente connessa con la composizione chimica: minerali fra loro isomorfi, caratterizzati da struttura cristallina dello stesso tipo, mostrano la stessa sfaldatura, anche se essa può variare qualitativamente da una specie mineralogica all'altra.

Un esempio molto evidente è fornito dal gruppo di minerali monometrici con struttura tipo salgemma: essi tutti, pur avendo composizione chimica molto diversa, hanno tipica sfaldatura secondo le facce del cubo.

La sfaldatura, a seconda della facilità con cui si ottiene in un cristallo, viene empiricamente distinta come: incerta, difficile, distinta, facile, facilissima, perfetta.

Tutti i cristalli della stessa specie mineralogica hanno la stessa sfaldatura.

La sfaldatura di un minerale è perciò un importante carattere diagnostico non solo all'esame macroscopico, ma anche a quello microscopico: per esempio è possibile distinguere a prima vista gli anfiboli dai pirosseni per la diversità dell'angolo di sfaldatura delle facce del prisma, misurabile al microscopio.

Tutti i cristalli di una data sostanza sfaldano nello stesso modo, qualunque sia la loro morfologia esterna; inoltre la sfaldatura si verifica sempre secondo piani di facce reali o possibili del cristallo.

Nel sistema monometrico sono comuni le sfaldature secondo le facce del cubo e dell'ottaedro. Nei cristalli tetragonali ed esagonali si ha spesso la sfaldatura secondo le facce del prisma o del pinacoide.

Fluorite

Un ottaedro di sfaldatura della fluorite, una forma caratteristica dei minerali appartenenti al sistema monometrico.

Nel sistema trigonale la sfaldatura avviene tipicamente secondo le facce del romboedro.

Calcite

Calcite: sfaldatura romboedrica, caratteristica dei minerali che cristallizzano nel sistema trigonale.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa si intende per diagenesi?

Cosa studia la geocronologia?

Cosa afferma la teoria della deriva dei continenti?

Studia con noi